Apple è intenzionata a condurre nuove ispezioni nelle fabbriche Foxconn coinvolte nei suicidi dei dipendenti

Non più di qualche settimana fa vi abbiamo parlato delle fabbriche Foxconn, alle quali Apple affida l’assemblaggio dei propri prodotti. I continui suicidi, più o meno strani, avvenuti in questi ultimi tempi hanno spinto l’azienda ad eseguire nuove ed approfondite indagini nelle fabbriche.

Siamo addolorati e sconvolti.

Sono queste le parole di un portavoce di Cupertino. L’azienda ha quindi deciso di inviare nuovi ispettori presso gli stabilimenti Foxconn per seguire con molta più attenzione i movimenti intrapresi dal leader cinese.

Siamo in contatto diretto con i top manager Foxconn e siamo convinti che stiano trattando la questione molto seriamente. Un team di Apple sta valutando in modo indipendente le misure intraprese (da Foxconn, ndr) per affrontare questi eventi tragici e continueremo le nostre abituali ispezioni negli impianti in cui vengono costruiti i nostri prodotti.

I media e l’opinione pubblica sisono concentrati molto su Foxconn, in seguito a questa preoccupante serie di incidenti (che ricordiamo essere nove in tutto nel corso dell’ultimo anno). Per risolvere la questione e per rispondere alla preoccupazione crescente, Terry Gou, fondatore dell’azienda, ha oggi aperto le porte della fabbrica accogliendo giornalisti e media di tutto il mondo mostrando, per filo e per segno, gli impianti e le condizioni di lavoro degli operai.

Possiamo quindi intuire quanto sia alta la pressione sulla vicenda ed è anche per questo che un po’ tutto il mondo si sta interessando a questo anomalo caso. Foxconn non è una colonia per lavoratori (nel senso che nessuno abusa di loro fisicamente) ma questo non certifica che ogni dipendente abbia la giusta comprensione. Staremo a vedere.

Via | Macitynet

Non più di qualche settimana fa vi abbiamo parlato delle fabbriche Foxconn, alle quali Apple affida l’assemblaggio dei propri prodotti….

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:Senza categoria