Google: “Jobs mente quando dice che abbiamo copiato Apple su iPhone”

Larry Page, il fondatore di Google, ha per la prima volta risposto alle accuse di Steve Jobs che sostiene che Android sia un tentativo di imitare l’iPhone. Secondo l’opinione di Page, quella di Jobs è solo una bugia in quanto Google è da anni nel campo della telefonia cellulare.

La dura presa di posizione del co-fondatore della Big G deriva dalle ultime accuse lanciate da Steve Jobs nelle quali insinua che Google stia cercando di attaccare Apple e l’iPhone nel settore della telefonia mobile, mentre loro stanno in disparte per quanto riguarda quello della ricerca su Internet. Durante la Allen & Co conference di Sun Valley infatti, Page ha replicato:

Questa ricostruzione è frutto di una interpretazione di parte. Noi abbiamo lavorato per anni su Android con l’intenzione di produrre telefoni che fossero capaci di andare in Internet e con navigatori di buona qualità e questo perché non esisteva nulla del genere sul mercato. Penso che una ricostruzione che ci dipinge come arrivati in ritardo e sulla scorta di altri non è davvero credibile.

Durante lo stesso incontro, è intervenuto anche Eric Schmidt, ex membro del consiglio di amministrazioni di Apple, che ha sottolineato che sono numerosi i settori in cui la società di Cupertino e quella di Mountain View camminano passo a passo, e che il mercato è abbastanza grande per entrambe le aziende.

Larry Page, il fondatore di Google, ha per la prima volta risposto alle accuse di Steve Jobs che sostiene che…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:Senza categoria
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.