NoiConsumatori grida allo scandalo per quanto riguarda le vendite dell'iPhone con l'obbligo di sottoscrivere un abbonamento

L’avvocato Angelo Pisani, Presidente dell’associazione NoiConsumatori ha denunciato la modalità scorretta e poco trasparente, applicata dai due colossi della telefonia italiana, sulla vendita del nuovo gioiellino della Apple.

“Nonostante sia finalmente sbarcato in Italia lo scorso 30 luglio, a Napoli l’iPhone 4 non è disponibile. Si può acquistare solo se si stipula un abbonamento con la Tim o con la Vodafone. Una scorrettezza delle due compagnie telefoniche che viola le regole sulla correttezza, sulla trasparenza e sulla sicurezza commerciale”.

A denuncialo è l’avvocato Angelo Pisani, Presidente dell’associazione NoiConsumatori che spiega che “numerosi cittadini si sono lamentati in quanto in molti punti vendita, situati nelle strade principali dello shopping partenopeo, l’iPhone 4 non è acquistabile senza la stipulazione di un contratto di abbonamento con i due colossi telefonici. E’ uno scandalo. Queste due compagnie, facendo i propri interessi economici, impongono ai consumatori dei costi e delle tariffe aggiuntive all’acquisto del nuovo iPhone che non sono assolutamente dovute infrangendo anche le leggi sulla competizione di mercato. Tim e Vodafone devono immediatamente risolvere la questione lasciando al cittadino una scelta di acquisto libera e regolare”.

Il Presidente Pisani annuncia una class action contro Vodafone e Tim per tutelare i diritti dei consumatori in merito al semplice acquisto del cellulare. L’azione di gruppo sarà mossa anche nei confronti della Apple nel caso in cui non intervenga sulla scorretta modalità di vendita del prodotto.

Fonte |  NoiConsumatori

Grazie Marco Genovese per la segnalazione

L’avvocato Angelo Pisani, Presidente dell’associazione NoiConsumatori ha denunciato la modalità scorretta e poco trasparente, applicata dai due colossi della telefonia…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:Senza categoria