In volo libero con il Parrot AR. Drone | iSpazio HD

29/09/2010

Sin da quando è stato presentato il primo prototipo del quadricottero di Parrot, la maggior parte dei nostri utenti è rimasta a bocca aperta per la potenza e la versalitità che ha dimostrato il Drone in tutti i video realizzati dal produttore. Lo abbiamo finalmente provato e pilotato per cui adesso siamo in grado di fornirvi il nostro video in cui vi mostriamo l’utilizzo dell’AR. Drone, ovviamente in HD.

Appena ho estratto il Drone dall’imballo, la prima cosa che ho notato è l’incredibile leggerezza del Parrot. Il vero e proprio quadricottero infatti, è molto piccolo ma viene protetto per la maggior parte da semplice polistirolo in modo da garantire protezione contro gli urti, soprattutto nei primi “voli”.

Il Drone viene venduto con due cover che potranno essere sostituite senza alcun problema, una da utilizzare in ambienti interni ed una da utilizzare all’esterno. Personalmente consiglio di utilizzare sempre la cover da interni perchè riesce a fornire una maggiore protezione alle eliche che altrimenti sarebbero esposte ad urti ed ostacoli. Durante la prova ho perso il controllo del quadricottero facendolo urtare contro un albero e grazie alla protezione nonostante sia caduto da oltre 10 metri di altezza non ha subito alcun danno (e meno male!).

Anche se tecnicamente molto semplice, il Drone è un concentrato di tecnologia: è dotato di due fotocamere (una frontale ed una inferiore), ovviamente di 4 eliche indipendenti (in modo da stabilizzare il quadricottero) e di 2 sensori ad ultrasuoni per calcolare l’altezza di volo.

Il Parrot AR. Drone è stabilizzado da un ottimo pilota automatico che in caso di connessione persa (che arriva a circa 50-80 metri, in base al WiFi), oppure in caso di una chiamata in entrata, stabilizzerà il quadricottero in modalità “volo statico” in modo da poterlo far atterrare senza alcun problema.

Eccovi la nostra videorecensione in HD:

Avendo un solo Drone a disposizione, non ho avuto modo di provare i giochi con la realtà aumentata, ma è comunque possibile fare delle vere e proprie sfide tra droni (sparandosi per esempio a vicenda) grazie all’ottima integrazione della augmented reality.

L’unica pecca del Drone (oltre il prezzo, che potrebbe essere proibitivo) è la durata della batteria: la batteria è una 1000 mAh che riesce a regalare ai “piloti” solo 15 minuti di volo, ma è ovviamente possibile acquistare delle batterie aggiuntive dal costo di 29 euro.

In Italia possibile acquistare il Parrot AR. Drone tramite il circuito Gamestop ad un prezzo di 299 euro. Sono disponibili inoltre tutti gli accessori originali da utilizzare per sostituire cover, batterie o per riparare il quadricottero in caso di danno.

Sin da quando è stato presentato il primo prototipo del quadricottero di Parrot, la maggior parte dei nostri utenti è…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.