Gizmodo ci mostra dove dormono gli operai che assemblano parte degli iPhone

Gizmodo, in collaborazione con Wired Magazine, ha da poco pubblicato un’anteprima di un reportage realizzato nella fabrica della Foxconn di Shenzhen, in Cina. Il reportage completo sarà pubblicato a breve, ma Gizmodo ci da la possibilità di leggerne un’anteprima dove mostra i dormitori dei dipendenti della fabbrica.

Il dormitorio in questione è uno dei più vecchi del campus, nel quale uomini e donne devono dormire rigorosamente separati in edifici diversi.

Dato il grande numero di suicidi che si sono verificati nei primi periodi del 2010, tutti gli edifici della Foxconn sono circondati da reti protettive. Nonostante sia una misura precauzionale davvero macabra, a quanto pare è molto funzionale: da quando è utilizzata non si sono più verificati suicidi.

In una stanza grande poco più di un garage per due auto, dormono ben 8 persone su diversi letti a castello che ovviamente dovranno condividere anche il bagno.

Ovviamente le stanze dei lavoratori non hanno televisori, ma ad ogni piano è presente una stanza della TV nella quale gli operai potranno rilassarsi guardando il piccolo schermo appeso alla parete (che è incredibilmente piccolo, considerando il fatto che Foxconn produce anche parte dei maxi-televisori per molte aziende di elettronica).

Nei dormitori più moderni, fuori ogni balcone è presente un grande lavabo con il quale i dipendenti possono lavarsi e lavare i propri indumenti.

Fuori ad ogni dormitorio sono presenti degli attrezzi con i quali gli operai potrebbero fare qualche attività fisica, ma dubito che con questo stile di vita vengano utilizzati.

via | Gizmodo

Gizmodo, in collaborazione con Wired Magazine, ha da poco pubblicato un’anteprima di un reportage realizzato nella fabrica della Foxconn di…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: