Siri sarà in grado di riconoscere esclusivamente la nostra voce per limitare le falle di sicurezza

Apple ha da poco depositato un nuovo brevetto, nel quale ha spiegato come aumentare la sicurezza del nostro dispositivo iOS, migliorando il proprio assistente vocale. Grazie ad una nuova sofisticata funzione, Siri sarà in grado di riconoscere esclusivamente la nostra voce, rispondendo solamente ai comandi vocali del proprietario dell’iPhone.

In passato iOS presentava alcune falle di sicurezza dovute al proprio assistente vocale. Utilizzando Siri, anche quando il dispositivo iOS era bloccato, si poteva accedere ai nostri contenuti come foto e contatti. Nelle versioni successive, Apple ha risolto il problema, bloccando l’accesso a Siri ai nostri dati dalla lockscreen. L’assistente vocale potrebbe però essere soggetto ad altre falle di sicurezza, quindi si è pensato ad un sistema definitivo per aumentare la privacy degli utenti.

Per migliorare ulteriormente queste misure di sicurezza, l’azienda di Cupertino ha recentemente brevettato un avanzato sistema di riconoscimento vocale, grazie al quale Siri sarà in grado di riconoscere esclusivamente il proprietario del dispositivo iOS e rispondere solamente ai suoi comandi vocali. Una tecnologia simile non è facile da realizzare, nonostante sia già parzialmente disponibile con “Ehi Siri”. In questo caso però si parla di un riconoscimento vocale completo e non di una singola combinazione di parole come possono essere “Ehi Siri”. Il dispositivo dovrebbe quindi costantemente monitorare la voce dell’utente, cosa che potrebbe portare anche ad un elevato consumo della batteria.

Via | 9to5Mac

Apple ha da poco depositato un nuovo brevetto, nel quale ha spiegato come aumentare la sicurezza del nostro dispositivo iOS,…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
2113
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: