Pusher: Un Nuovo Metodo Di Jailbreak Del Rip Dev Sconsigliato Da BigBoss

In questi giorni pieni di novità sia per quanto riguarda il rilascio del nuovo firmware che per quanto riguarda i vari softwares per lo sblocco, il Rip Dev ha ben pensato di realizzare un nuovo tool in grado di effettuare il jailbreak dell’iPhone 2.0.2, 2.1 e 2.2, sia 2G che 3G. Si tratta di Pusher, un programma in grado di installare l’Installer e altri strumenti utili (Cydia esclusa) sulla partizione destinata ai files multimediali dell’iPhone, non rendendo possibile, di fatto, l’accesso alla partizione dedicata ai files di sistema del melafonino. La versione di Pusher compatibile con Mac è già disponibile per il download mentre quella compatibile con Windows verrà rilasciata molto presto.

Questo nuovo tool ha scatenato, però, molte polemiche in giro per il web tanto da portare BigBoss a pubblicare un articolo nel quale sconsiglia fermamente l’ulitizzo di Pusher per effettuare il jailbreak dei vostri dispositivi. Queste le parole di BigBoss:

Pusher è un nuovo metodo di jailbreak sviluppato dal Rip Dev che dovrebbe essere evitato e, quindi, non utilizzato. Al suo posto, usate il metodo del DevTeam. Il tool del Rip Dev bloccherà l’accesso alla partizione contenente i files di sistema dell’iPhone rendendo cosi impossibile l’installazione di Cydia (il Rip Dev, ovviamente, vuole farvi usare l’Installer ). Si tratta di una trovata piuttosto inutile considerando che la maggior parte delle applicazioni sono su Cydia. I programmi del DevTem permettono, invece, di utilizzare sia l’Installer che Cydia e quindi non esiste alcun valido motivo per preferire Pusher ai metodi già esistenti.

Il Rip Dev sostiene che Pusher non invalida la garanzia a differenza di quanto accade utilizzando PwnageTool o QuickPwn ma questa è una bugia! La garanzia dell’iPhone, infatti, viene annullata in ogni caso quando si parla di jailbreak ed un semplice ripristino del firmware attraverso iTunes la renderà nuovamente valida. Quindi, usando PwnageTool/QuickPwn o Pusher le cose non cambierebbero.

Pusher non è una buona soluzione per i neofiti. Lo scopo del jailbreak è quello di riuscire ad installare il maggior numero possibile di applicazioni non ufficiali sul proprio dispositivo. L’installer offre solo l’8% delle applicazioni disponibili su Cydia. Certamente, avere solo l’8% di applicazioni sul proprio iPhone non sarebbe cosi soddisfacente per i neofiti.

Detto questo, di seguito troverete i links per avere maggiori informazioni riguardanti Pusher ed il testo originale dell’articolo di BigBoss.

[Fonte]

In questi giorni pieni di novità sia per quanto riguarda il rilascio del nuovo firmware che per quanto riguarda i…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: