L’iPhone di Verizon integra un Chip Qualcomm Dual-Mode che supporta la rete GSM e CDMA. L’iPhone 5 sarà un modello unico per tutti gli operatori?

iFixyouri, lo specialista delle riparazioni, ha analizzato approfonditamente il nuovo iPhone 4, marchiato Verizon, scoprendo che all’interno è presente un chip Qualcomm MDM6600. Si tratta di una scoperta molto interessante, in quanto il chip in questione è dual-mode e tutto questo lascia pensare che anche l’iPhone 5 possa adottare una soluzione del genere.

Il nuovo iPhone commercializzato da Verizon continua ad essere al centro di tutte le notizie, in questo periodo. Questa volta, almeno per noi Italiani, la notizia è più interessante rispetto a quelle passate, dal momento che non si tratta di aggiornamenti sullo stato delle consegne o sulle disponibilità. All’interno del dispositivo infatti è stato individuato un Chip Qualcomm, compatibile sia con la rete GSM che CDMA.

Gli esperti ritengono che la stessa scelta possa essere intrapresa per il nuovo iPhone 5, creando cosi un unico dispositivo compatibile con entrambe le tecnologie e quindi commercializzabile da qualsiasi operatore.

Altre interessanti novità sono state riscontrate nel nuovo dispositivo, quali:

  • Vibrazione
  • Alloggio degli altoparlanti
  • Protettore dei cavi
  • I cavi passano sotto la batteria per raggiungere la scheda logica
  • La scheda logica ha diversi connettori posizionati in posti differenti
  • Molte più vite per tenere salda la scheda logica
  • Jack delle cuffie
  • Diversa cover per la fotocamera frontale
  • Connettore dock flessibile

Via | 9to5Mac

iFixyouri, lo specialista delle riparazioni, ha analizzato approfonditamente il nuovo iPhone 4, marchiato Verizon, scoprendo che all’interno è presente un…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: