I nuovi metodi di abbonamento di Apple sono presi di mira dall’Antitrust

Con l’uscita di “The Daily”, Apple ha modificato i termini di sottoscrizione per un abbonamento ad una qualsiasi applicazione. Sembra ora che le modifiche apportate siano state prese di mira dall’Antitrust Europeo e USA.

Attualmente non si tratta di indagini formali: l’attenzione è volta a valutare la situazione e a verificare se le nuove condizioni rappresentino per Cupertino lo sfruttamento di una posizione dominante.

Con le nuove regole, infatti, gli sviluppatori non possono inserire link ad abbonamenti esterni all’interno delle applicazioni. Inoltre, se all’interno di un sito web dovessero venir inseriti degli acquisti di qualsiasi tipo, essi dovrebbero essere raggiungibili anche all’interno delle applicazioni.

Non sempre le indagini dell’Antitrust si trasformano in indagini formali, tutto dipende da ciò che verrà scoperto e da ciò che Apple modificherebbe eventualmente se dovessero sorgere problemi.

Per avviare una vera e propria indagine formale, l’Antitrust dovrebbe dimostrare che Apple mantiene una posizione dominante sul mercato e che siano presenti alcune politiche che mirano ad abusare di questi termini.

Il problema più grande si ha con i tablet, del quale mercato Apple possiede circa il 75% in continua evoluzione, quindi non sarebbe facile per l’Antitrust decretare una posizione dominante per Apple.

Via | Macitynet

Con l’uscita di “The Daily”, Apple ha modificato i termini di sottoscrizione per un abbonamento ad una qualsiasi applicazione. Sembra…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: