La capacità dell’iPhone di cercare e ricevere ads presa di mira dal possessore di un brevetto

Nuova vicenda legale per Apple che questa volta sembra aver violato il brevetto posseduto dalla H-W Technology riguardante un sistema per cercare e ricevere pubblicità. L’azienda si trova in buona compagnia dal momento che l’azione legale intrapresa colpisce altre 31 aziende tra cui anche Microsoft, Google e Nokia.


L’azione legale è stata intrapresa la settimana scorsa da H-W Technology, proprietaria del brevetto numero 7.525.955 intitolato “Protocollo Internet (IP) per telefono con ricerca e capacità pubblicitarie”. La richiesta di brevetto era stata presentata nel 2004, ed è stata accettata dall’Ufficio Brevetti e Marchi Registrati Americani nell’aprile 2009.

La descrizione che si può leggere nel brevetto dell’invenzione è la seguente: “un dispositivo mobile in grado di convergere voci e informazioni in un singolo terminale”. In particolare gli utenti, attraverso l’invenzione, avrebbero la possibilità di “ricevere informazioni ed offerte da vari commercianti e di completare le transazioni  senza dover effettuare una chiamata”.

L’azione intrapresa da H-W Technology non riguarda solo Apple, ma anche altre aziende tecnologiche tra cui, Microsofot, Google, Nokia, Amazon, Research in Motion, HTC, Motorola, Samsung, Sony e Verizon. Nell’accusa rivolta ad Apple si ritiene quest’ultima rea di aver infranto il brevetto per “aver creato un dispositvo multi-convergente che dispone di un’applicazione con uno specifico dominio” che permette agli utenti di effettuare transazioni. Il riferimento sembra essere all’iPhone.

La richiesta è stata inoltrata lo scorso 30 Marzo presso la Corte Distrettuale di Dallas in Texas. Ovviamente vi terremo informati sulla vicenda.

 

Via | AppleInsider

Nuova vicenda legale per Apple che questa volta sembra aver violato il brevetto posseduto dalla H-W Technology riguardante un sistema…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: