Secondo il CEO di Nokia, la causa di Android è Apple stessa!

Durante il suo intervento in occasione del Open Mobile Summit, il CEO di Nokia, Stephen Elop, ha affermato che l’iPhone è il principale responsabile della nascita di Android. Il manager ritiene infatti Apple la causa della creazione delle condizioni necessarie per la nascita del sistema operativo mobile di Google. Le aziende si sono infatti rese conto che da sole non potevano fronteggiare la società di Cupertino, ecco allora che Android è diventato, di fatto, lo standard per tutte.

Secondo Elop, Android non deve essere necessariamente visto come il sistema in tutto e per tutto migliore di iOS. In particolare se è vero che Apple ha una piattaforma chiusa, anche quella di Google “presenta ancora dei limiti”.

“Se contiamo il numero di linee di codice in Android, si ha effettivamente una diversa idea su quanto realmente l’SO di Google sia realmente aperto”. Nel suo discorso il CEO ha poi ancora una volta ricordato che Windows Phone è stato preferito ad Android per la mancanza di differenziazione che caratterizza quest’ultimo.

Intanto, però, le vendite di WP7 proseguono lentamente – a causa di presunti problemi di produzione – come conferma lo stesso Elop.

Android, formalmente, è un progetto iniziato da un piccolo gruppo capitanato da Andy Rubin qualche anno prima che lo stesso iPhone venisse presentato. In seguito Google decise di investire nel progetto, acquistando la piattaforma, che inizialmente assomigliava più ad un sistema operativo stile BlackBerry.

Il cambiamento radicale avvenne a partire dal 2008, quando si decise di creare un SO basato sul touchscreen per via delle richieste di aziende quali HTC e Motorola, che volevano sfruttare la crescente popolarità dell’iPhone.

Via | Electronista

 

Durante il suo intervento in occasione del Open Mobile Summit, il CEO di Nokia, Stephen Elop, ha affermato che l’iPhone…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.