Il nuovo servizio iTunes Match utilizzerà la tecnologia MusicID di Gracenote

iTunes Match, il nuovo servizio che Apple ha presentato durante la WWDC di qualche settimana fa, sfrutterà la tecnologia MusicID di Gracenote per idenitificare e collegare le canzoni presenti nelle librerie musicali degli utenti con le copie salvate sui server della società californiana.

La conferma è arrivata direttamente dalla Gracenote, che rispondendo su Facebook ad un utente che chiedeva se fosse vera l’indiriscrezione, ha risposto affermando che “iTunes Match utilizza MusicID per riconoscere le tracce musicali presenti nelle librerie degli utenti”.

Stando alle informazioni che si possono reperire sul sito della società, la tecnologia su cui si basa MusicID è in grado di riconoscere, categorizzare e organizzare qualsiasi tipo di fonte musicale, sia essa un CD, un file o un flusso digitale. Al tempo stesso la tecnologia è anche in grado di “fornire informazioni e metadata relativi al brano, come ad esempio nome dell’artista, titolo della traccia, genere, tipo di artista ecc..”

Secondo CultofMac questa non sarebbe comunque la prima volta che Apple sfrutta la tecnologia di Gracenote, dal momento che già in passato si era fatto ricorso a MusicID per permettere agli utenti di inserire informazioni, quali nome artista o genere, a brani musicali che erano stati precedentemente importati si iTunes tramite CD. Inoltre lo stesso servizio Genius – attraverso il quale è possibile ricevere raccomandazioni su possibili brani di nostro interesse e che non sono presenti nella nostra libreria – sarebbe basato sullo stesso sistema.

 

Via | iLounge

iTunes Match, il nuovo servizio che Apple ha presentato durante la WWDC di qualche settimana fa, sfrutterà la tecnologia MusicID…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: