Ecco le 9 cose di iOS 5 che Apple deve necessariamente sistemare!

A due settimane dal lancio della prima beta di iOS 5, il sistema operativo per iDevice che sarà disponibile in versione ufficiale dal prossimo settembre, CultOfMac ha stilato una lista dei 9 difetti che Apple deve necessariamente sistemare prima del lancio. Vediamo insieme quali.

I ragazzi di CultOfMac tengono a precisare che nessuno degli “irritanti” problemi che hanno incontrato durante le prove è così grave da rendere il dispositivo inutilizzabile, tuttavia, se questi non venissero sistemati prima del rilascio ufficiale, potrebbero rappresentare dei validi motivi per non effettuare l’aggiornamento. Vediamo insieme di cosa si tratta.

L’iPod Touch non gradisce più le cuffie.


Un iPod che non riproduce la musica con le cuffie non sta facendo il suo lavoro, ed è proprio quello che accade a molti iPod Touch che montano iOS 5. Spesso, quando si collegano le cuffie, l’iPod si blocca, non risponde agli impulsi dello schermo e non riproduce alcun suono. L’unico modo per risolvere il problema e resettare il device.

 

La “rotella” dell’orologio di sistema non mostra l’orario in modalità 24h


Quando si scorre lungo la linea delle ore, una volta arrivati a 12 si ritorna all’1 e non è indicato se si sta scegliendo un orario mattutino (AM) o pomeridiano (PM). Solo quando abbiamo impostato l’allarme, l’applicazione ci dirà se l’orario impostato corrisponde alla mattina o al pomeriggio. Nel caso avessimo sbagliato, dovremmo tornare indietro per correggerlo.

 

L’applicazione Contatti non è affidabile

Quando si aggiungono nuovi contatti, l’applicazione crasha spesso per almeno 2 o 3 volte riportando alla homescreen. Inoltre non si possono creare nuovi contatti da indirizzi mail attraverso l’applicazione Mail.

 

L’applicazione Fotocamera è lenta

L’applicazione Fotocamera, che è stata rinnovata con nuove fantastiche caratteristiche (come l’accesso dalla lockscreen, l’editing di immagini, lo scatto attraverso il pulsante di controllo volume, le linee guida della griglia) ha bisogno di un sacco di lavoro per sistemare i difetti. Se l’avvio istantaneo dalla lockscreen è senza dubbio d’aiuto, il tempo necessario all’applicazione per avviarsi sembra essere infinito. Anche avviandola dalla homescreen il tempo è abbastanza lungo, soprattutto se si ha attiva la modalità HDR.

 

Lo streaming video non funziona praticamente con nessuna app.


Questo potrebbe non essere un problema di Apple, ma è bene includerlo nelle informazioni. Alcune applicazioni che offrono lo streaming video come Netflix, Hulu, e Crackle di Sony, non girano su iOS 5. La maggiorparte crasha e riporta alla homescreen, altre non caricano i video.

 

La modalità Presentazione non funziona su iPad.

Con l’aggiornamento ad iOS 5, la modalità Presentazione cessa di funzionare. Quando si preme l’icona adiacente lo slide di sbocco, questa comincia a brillare ma non viene visualizzata alcuna foto. Le preferenze sono ancora presenti all’interno delle impostazioni ma cambiarle non sistema l’applicazione.

 

iTunes Sync non funziona


iTunes Sync nella sua forma attuale non funziona. Si possono vedere le opzioni di sincronizzazione attraverso le impostazioni, ma l’icona “Sincronizza Ora” è sempre inattiva. E’ stato provato di tutto per renderlo funzionante ma senza alcun risultato.

 

Gli sfondi predefiniti sono spariti


Per quanto riguarda gli sfondi predefiniti, non ce ne sono più. È possibile selezionare una delle proprie immagini come sfondo, ma i wallpaper predefinidi di iOS sembrano essere stati rimossi. Sicuramente il problema verrà risolto nella prossima release.

 

La durata della batteria perde colpi

Questo è uno dei principali motivi per prendere in considerazione la possibilità di non effettuare l’aggiornamento. La durata della batteria con iOS 5 è terribile. Su iPhone, anche utilizzandolo poco, si necessita di almeno una ricarica al giorno. Se si va a letto con una percentuale di carica di meno del 25% si ha la certezza di ritrovarlo spento al proprio risveglio, anche se non ci sono applicazioni attive in background. L’iPad ne risente meno ma la differenza si nota.

Questi problemi non sono certo da sottovalutare anche se bisogna considerare che siamo ancora alla prima beta. A breve dovrebbe essere rilasciata la seconda e vedremo, così, quali difetti verranno sistemati. Nel frattempo diteci la vostra attraverso i commenti.

Via | CultOfMac

A due settimane dal lancio della prima beta di iOS 5, il sistema operativo per iDevice che sarà disponibile in…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: