Guida: Come eseguire il Jailbreak sugli iPod Touch 2G con Redsn0w-Lite su WINDOWS

senza-titolo-5

.

Ecco una guida per eseguire il tethered Jailbreak sugli iPod Touch 2G tramite RedSnow-lite e Windows (XP o Vista). Abbiamo gia visto come eseguire l’operazione sui mac, ed adesso vedremo come farlo sui pc. La guida ci è stata gentilmente concessa da jailbreakipodtouch2g.blogspot.com, ai quali vanno tutti i meriti.

Nota: Chi sceglie di eseguire queste operazioni lo fa a proprio rischio e pericolo

Veniamo a noi.

Questo jailbreak è stabile e funzionante, la procedura ad ogni modo non fà rischiare nessun brick, anche se si sbaglia. Per ripristinare tutto come prima basterà mettere l’ipod in DFU e ripristinare da iTunes un firmware regolare… e nessuno (neanche l’assistenza) vedrà che avete fatto un jailbreak.

Partiamo con la guida.

Il programma che useremo “Simple IPT2G-JBn0w” è stato creato proprio da IronGiu, in realtà si tratta di una serie di script in batch, poi vedremo più avanti come eseguirli. Vi avverto da subito che la guida sarà piuttosto lunga, leggetela tutta prima di decidere. Preciso che il programma è fatto in 3 step, così in caso di problemi potete ri-partire dallo step che non ha funzionato e ripetere la procedura in sicurezza.

Download:

Ora decomprimiamo i file sul desktop, ed entriamo nella cartella appena estratta. Installiamo le LibUsb cliccando due volte sul file libusb-win32-filter-bin-0.1.12.1.exe, seguiamo la procedura e al termine torniamo nella nostra cartella.

  • Step 1: Creazione Firmware

Prima di tutto creeremo un Firmware personalizzato, quindi spostiamo il firmware 2.2.1 nella cartella appena estratta e clicchiamo 2 volte sul file “1_Creazione_Firmware”. A questo punto si aprirà una finestra di dos, e il programma ci suggerirà di rinominare il firmware che abbiamo spostato nella cartella in “itouch_2.2.1”, noi modifichiamo il nome e poi rispondiamo al programma di Si, Premendo “s” dalla tastiera e poi invio.

A questo punto, leggete ancora cosa dice il programma e premete nuovamente il tasto invio. Se avete fatto tutto bene, dovrebbe iniziare un processo automatico, e una sfilza di numeri, lettere ecc. Il processo richiede almeno 3 gb di spazio libero in c, e diversi minuti a seconda della velocità del pc. Al termine del processo il programma avviserà e vi consiglierà di controllare se è stato creato il file “itouch_2.2.1.JB”: In caso positivo, possiamo passare allo step successivo, altrimenti bisognerà ripetere quello corrente.

  • Step 2: Preparazione iPod Touch

In questa fase, prepareremo il nostro iPod a ricevere il firmware patchato che contiene anche Cydia. Iniziamo subito collegando l’iPod al computer ed aprendo il file “2_PREPARA_IPOD”. Nota: vi invitiamo a massimizzare la dimensione della finestra del programma, in maniera tale da riuscire a leggere tutte le indicazioni su schermo)

Appena si aprirà il file, ci dirà di chiudere tutti i processi legati all’iPod Touch. Potete farlo dal Gestore Attività > Processi, killando quelli relativi ad iTunes e all’iTunesHelp. Ora bisogna mettere il terminale in DFU: Per farlo, bisogna cliccare contemporaneamente il tasto Home+Accensione per 10 secondi dopodichè rilasciamo il tasto accensione continuando a tener premuto il tasto Home per altri 10/15 secondi . Al termine di questa operazione potete dare la  risposta affermativa al programma, cliccando il tasto “s” della tastiera.

Dopo un breve caricamento, bisognerà disconnettere l’iPod e ricollegarlo dopo 10 secondi. Se a questo punto lo schermo diventa binaco, tutto procede bene, quindi premiamo invio, altrimenti, cè un problema di installazione delle libusb che va risolto in questo modo:

  • Se siete utenti Windows Vista, entrare nelle proprietà del file”libusb”ecc, ed eseguitelo in modalità compatibile con XP SP2
  • Se invece siete utenti Windows XP, scaricate questo aggiornamento da qui, ed installatelo

Ora si procederà senza problemi e si entrerà in una nuova fase dove vi sarà chiesto di inserire alcuni comandi copiandoli ed incollandoli dal programma stesso, come illustrato da questa immagine:

A questo punto dopo aver incollato, atteso e aver premuto invio, il programma proseguirà automaticamente, ed arriverà a chiederci di aprire iTunes per caricare il Firmware. All’avvio di iTunes, apparirà un pop-up con scritto “Rilevato iPod in modalità di recupero”. Cliccate su Ok e proseguite con il ripristino, che avviene premendo il tasto SHIFT della tastiera ed il tasto “Ripristina” su iTunes. Si aprirà una finestra dalla quale bisogna ovviamente selezionare il Firmware Patchato, da caricare all’interno del dispositivo, che nel nostro caso si chiamerà “itouch_2.2.1.JB”. L’iPod si riavvierà, resterà nero ed il PC frà apparire la scritta “Periferica USB non riconosciuta”. Tranquilli.. questo è un buon segno.

Step 3: Boot

Con il terzo ed ultimo step, andremo ad agire sull’iPod, facendolo tornare in “Normal Mode”, e quindi eliminando il messaggio “non riconosciuto” dal nostro computer. Iniziamo con l’avviare il file “3_BOOT”; chiudiamo iTunes e tutti i processi ad esso legati, e seguiamo le indicazioni che ci darà il programma, ovvero:

1. Rimettiamo il dispositivo in DFU (seguendo la procedura di prima);

2. Clicchiamo sul tasto “s” e successivamente su invio per confermare al programma che il terminale si trova in dfu;

3. Scolleghiamo l’iPod non appena ci verrà richiesto.

4. Attendiamo una decina di secondi prima di ri-collegarlo e se lo schermo diventerà bianco, avremo portato a termine tutte le operazioni nel modo corretto.

5. Non ci resta altro che premere Invio!

A questo punto verranno caricati dei file e ci ritroveremo davanti alla scritta “Iphone$” . Adesso occorre digitare questi comandi, uno alla volta, premendo invio al termine di ognuno:

arm7_go
arm7_stop
/exit

(Se l’iPod dovesse riavviarsi dopo la digitazione del comando “arm7_go”, bisognerà ri-eseguire lo Step 3, badando bene di fare tutto correttamente e di attandere i 10 secondi prima di ricollegarlo). A questo punto il programma ci dirà di premere un tasto, cliccate su Invio e lui proseguirà. Per l’ultima volta ci troveremo davanti alla scritta “Iphone$” ma questa volta inseriremo i seguenti comandi (sempre uno alla volta, premendo invio):

go
/exit

Fine! Il Jailbreak è ultimato, l’iPod si accenderà correttamente e vi ritroverete anche Cydia installato e funzionante. Una nota importante è la seguente:

Il tethered Jailbreak, come si intuisce facilmente dal termine, non è uguale al Permanent Jailbreak, per cui ogni volta che riavviamo o spengniamo l’iPod Touch, verrà visto come “periferica sconosciuta” e bisognerà ri-applicare lo Step 3! Questo ovviamente non comporta la perdita di dati, delle applicazione ne altri problemi correlati. Cercate quindi di tenere l’iPod sempre acceso, lasciandolo in lockscreen con lo schermo spento quando non lo utilizzate. Il consumo di batteria a display disattivato è davvero minima.

Ricordiamo inoltre che è possibile tornare al 2.2.1 originale in qualunque momento, semplicemente ripristinando il firmware di Apple, con SHIFT+Ripristina. iSpazio si accoda nei ringraziamenti verso tutte le persone che hanno collaborato a questo progetto, offrendo il loro supporto su molti fronti, sopratutto nei test e nelle ricerche. In particolare si ringrazia: Luca, Man, DarkSin, Simonepsp, Vaio, Lux e l’intero staff del sito jailbreakipodtouch2g.blogspot.com

. Ecco una guida per eseguire il tethered Jailbreak sugli iPod Touch 2G tramite RedSnow-lite e Windows (XP o Vista)….

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.