Apple richiede ed ottiene il sequestro della merce venduta dai fake stores di New York

Vi ricordate dell’Apple Story – ennesimo negozio Apple non autorizzato – di cui vi abbiamo parlato in questo articolo? Bene, circa un mese fa, la società di Cupertino aveva iniziato uno scontro legale sia con Apple Story Inc. sia con una compagnia associata, Fun Zone Inc., ma tutti i documenti relativi alla causa sono stati tenuti privati, finché ieri un giudice non li ha resi pubblici. Vediamo insieme cosa è emerso.

Dalla documentazione è possibile leggere che la società di Cupertino ha inviato una serie di collaboratori ad acquistare nei punti vendita incriminati (in diversi giorni e nell’arco di più settimane) custodie per iPhone, iPod ed iPad e delle cuffiette stereo per iPhone.

Tutti i prodotti contraffatti venduti recavano l’inconfondibile logo Apple e venivano distribuiti in confezioni che erano quasi l’esatta copia di quelle originali. Queste le parole utilizzate dal colosso californiano nel reclamo:

Le parti avverse stanno commerciando ricevendo i benefici della reputazione che Apple ha stabilito con i propri marchi tramite il lavoro e le spese di molti anni.

Dopo aver richiesto ed ottenuto dei mandati di sequestro, la compagnia della mela morsicata ha ripulito gli scaffali dei punti vendita non autorizzati e Kiyo Matsumoto, giudice distrettuale statunitense, ha anche accordato la richiesta di ingiunzione preliminare contro le vendite dei beni contraffatti.

I due fake Apple Stores in questione , l’Apple Story e il Fun Zone, sono entrambi posseduti da Janie Po Chiang, ma, secondo alcune informazioni provenienti dai registri del tribunale, sembra che le parti stiano lentamente giungendo ad un accordo.

Nel frattempo, però, Apple ha richiesto che i negozi non autorizzati cambino il proprio nome, eliminando ogni riferimento alla compagnia di Cupertino, che sta subendo – a causa di essi – un danno d’immagine non indifferente.

Riusciremo a vedere la conclusione di questo spiacevole capitolo, relativo a merce contraffatta e punti vendita che sfruttano indebitamente la fama di un’azienda per fare soldi?

Continuate a leggere i posts di iSpazio per gli aggiornamenti!

Via | AppleInsider

Vi ricordate dell’Apple Story – ennesimo negozio Apple non autorizzato – di cui vi abbiamo parlato in questo articolo? Bene,…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: