Quattro anni fa veniva presentato il primo iPod Touch, ripercorriamo insieme le tappe dell’ennesimo successo Apple

Il tempo passa anche a Cupertino, era il 5 settembre del 2007 quando Steve Jobs presentava il primo iPod Touch sul palco dall‘Apple Music Event 2007. In quattro anni di strada ne ha fatta, andando ad alimentare ancor di più il mercato di quelli che sono i lettori mp3 più venduti al mondo. Ripercorriamo insieme le tappe dell’ennesimo successo Apple in un viaggio tra presente passato e… futuro!

Al momento della presentazione, le caratteristiche che oggi riteniamo scontate per qualsiasi dispositivo portatile riscossero applausi scroscianti da parte del pubblico presente all’evento. Fa un po’ ridere se si pensa che la folla scalpitava di fronte all’annuncio dell’integrazione del modulo Wi-Fi, qualcosa che oggi è impensabile non avere con l’arrivo di servizi come iCloud.

L’iPod touch è stato il primo iDevice senza contratto che ha introdotto milioni di persone all’iPhone OS. La prima generazione mancava di altoparlanti e di serie usciva da 8GB, 16GB e 32GB. Lo spessore era di gran lunga superiore rispetto all’attuale e, come detto, integrava modulo Wi-Fi con possibilità di navigare tramite Safari e visualizzare video in streaming da Youtube.

Per molti è diventato molto più che un semplice lettore musicale, fungendo da vero e proprio mini computer portatile. Con l’arrivo del 2008, poco più di un anno dal lancio del primo modello, il 9 settembre viene presentata la seconda generazione di iPod Touch all’evento Let’s Rock. Il nuovo device si presenta esteticamente simile all’iPhone 3G e rispetto al predecessore presenta un altoparlante mono per ascoltare la musica senza gli auricolari, pulsanti laterali per il volume e modulo bluetooth (inizialmente limitato a Nike+iPod e sbloccato solo col firmware 3.0). E’ il primo modello che, grazie al lancio dell’App Store, si pone come mini avversario delle console portatili come PSP e Nintendo DS. Anche questo modello verrà commercializzato in 3 versioni: 8GB, 16Gb, 32Gb.

Esattamente un anno dopo, il 9 settembre 2009, la seconda generazione di iPod Touch viene aggiornata. Il modello da 64Gb spodesta il più modesto 16Gb e vengono effettuate anche modifiche estetiche con l’introduzione di un nuovo schermo e uno spessore nettamente più sottile. Vengono commercializzate cuffie con telecomando e le prestazioni vengono migliorate notevolmente rispetto al predecessore.

Il primo settembre del 2010 porta alla luce la quarta generazione di iPod Touch. Rispetto al precedente modello subisce dei rimodellamenti estetici con l’introduzione delle fotocamera frontale e posteriore con capacità di scattare foto a risoluzione 960×640, registrazione video a 720p e FaceTime integrato. L’ultimo modello presenta inoltre il popolare display retina con risoluzione a 326ppi e giroscopio a tre assi. Integrando il processore A4 e sistema operativo iOS 4.1 è praticamente il fratello minore dell’iPhone 4, privo praticamente del solo modulo telefonico. Anche questo modello viene venduto in tre versioni: 8GB32Gb e 64GB.

E adesso? Cosa ci aspetta non si sa. Non è stato fissato alcun evento sul mondo iPod, come accade ogni anno, secondo Gizmodo per non attirare troppo l’attenzione dei media nel periodo del 10° anniversario dall’attentato alle Torri Gemelle. Negli ultimi mesi, tuttavia, si è parlato tanto di un possibile iPod con modulo 3G integrato e processore A5. Altri indizi e anche alcune immagini pubblicate sul sito Apple, e successivamente rimosse, hanno lasciato trapelare questa sensazione. Questo lo renderebbe ancor di più uno dei device più competitivi di sempre con un vastissimo range di utilizzo. Tuttavia nulla è certo e dovremo aspettare il lancio, ammesso che esso avvenga, per saperne di più.

Nell’attesa vi chiediamo quale modello di iPod possedete, se lo possedete, e se acquisterete un eventuale modello successivo. Fatecelo sapere attraverso i commenti e… Tanti Auguri iPod Touch!

 

Il tempo passa anche a Cupertino, era il 5 settembre del 2007 quando Steve Jobs presentava il primo iPod Touch…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: