Samsung renderà open source il proprio sistema operativo Bada

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, Samsung starebbe pensando di ampliare la gamma degli smartphone Bada, reclutando altri produttori e rendendo il sistema operativo open source già dal prossimo anno.

Rendendo Bada open source, Samsung permette ad altre aziende di produrre smartphone  Bada che si aggiungerebbero agli attuali Samsung Wave 3, Wave M e Wave Y. Secondo la fonte del Wall Street Journal, il sistema operativo sarà open source già dal prossimo anno.

Nella guerra degli smartphone, dominano il mercato Apple e Google con i propri sistemi operativi, rispettivamente iOS ed Android. La differenza sostanziale fra i due sistemi operativi, è il fatto che Android può essere installato su una vasta gamma di terminali prodotti da aziende diverse. Samsung potrebbe quindi abbracciare la politica di Google per diffondere il sistema operativo Bada.

Il successo di Google è dovuto soprattutto alla vasta gamma di dispositivi Android presenti sul mercato. In questo modo gli utenti sono liberi di scegliere lo smartphone che più li soddisfi ed i programmatori possono riempire il Market di applicazioni Android. E’ un circolo vizioso tra il grande numero di utenti e la quantità di applicazioni sullo store.

Per Samsung quindi potrebbe essere la mossa giusta per imporsi nel mercato degli smartphone con il suo sistema operativo e riempire di applicazioni il proprio store on line Samsung Apps. Inoltre l’azienda coreana potrebbe non dipendere così fortemente dal sistema operativo Android, attaccato più volte da Apple in tribunale.

Via | Cnet

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, Samsung starebbe pensando di ampliare la gamma degli smartphone Bada, reclutando altri produttori…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: