Cosa mi aspetto da Apple per il futuro? Considerazioni di un appassionato.

Il 2011 è entrato nel suo periodo più caldo per quello che riguarda le vendite e quest’anno Apple ha deciso di presentare il suo prodotto di punta per il settore device proprio in questo periodo. Scelta oculata e ponderata oppure dettata da semplice necessità? Questo non possiamo saperlo attualmente e forse non lo sapremo mai, quello che è certo è che l’anno che sta per finire sembra ricco di novità e di grandi successi commerciali per la casa di Cupertino.

Sicuramente il 2011 è stato l’anno di iPad 2 (proprio come aveva detto zio Steve) ma è anche stato l’anno dell’effettiva consacrazione di iPhone e dei prodotti Apple in generale. Chi mi legge e si considera un “vecchio” Mac User come me storcerà un pochino il naso se parlo di come Apple è passata da brand di nicchia a brand di massa, ma il 2011 è stato anche questo con un fiorire di mele un pò da tutte le parti sia per quanto riguarda i device che per i Mac in generale.

Paradossalmente è stato anche l’anno della morte commerciale di un grandissimo successo della casa di Cupertino, che ha visto vendite minime per alcuni modelli del suo “Generale” iPod che proprio nel 2011 compie 10 anni e che mai come in questi ultimi mesi ha ottenuto dei dati di vendita così negativi. Gli unici iPod che si vendono sono i modelli dotati di schermo touch quindi iPod nano e iPod touch, per il resto della gamma le poche unità vendute parlano da sole.

Quello ancora in corso può considerarsi l’anno delle prime battaglie legali per i brevetti che hanno visto contrapposta Apple alle maggiori case di prodotti elettronici di tutto il mondo, con snervanti cause, guerre, udienze, divieti, e chi più ne ha più ne metta che onestamente ci saremmo risparmiati volentieri e che iniziano anche a diventare leggermente comiche. Decisamente è stato l’anno della nascita di moltissimi Apple Store in tutta Italia, una sorta di “invasione” pacifica che ha portato alla nascita di parecchi negozi sul nostro territorio e che sicuramente non può che renderci felici.

Il 2011 è stato anche l’anno del nuovo SO di mamma Apple che con il suo Lion ha portato gioia e dolori nei cuori di migliaia di appassionati e che sembra voler chiudere un ipotetico “cerchio della vita” con i precedenti sistemi operativi e aprirne uno nuovo che sembra guardare con sempre più interesse al mondo dei device.

Nelle cose da evidenziare e da ricordare non possiamo non parlare del cambio al vertice dell’azienda di Cupertino, con un passaggio di consegne da Steve Jobs a Tim Cook che sembra esser stato digerito bene sia dal mercato che dai consumatori che vedono in Cook una sorta di “erede spirituale” del maestro Jobs, il quale continuerà a guidare e a guardare la sua creatura con una presenza discreta ma allo stesso tempo anche ingombrante.

Dopo aver parlato di quello che è stato, vorrei parlarvi di quello che sicuramente non è stato e dal mio punto di vista di mancanze ce ne sono state, e anche parecchie. Non è stato l’anno dei prodotti di qualità o meglio non della stessa qualità a cui Apple ci aveva abituati perchè prodotti come iPad 2 o come Lion anche se estremamente validi sono stati al centro di molteplici polemiche, il primo con dei display LCD che hanno causato non pochi mugugni da parte della clientela, il secondo con delle scelte difficili da digerire specie per tutti quelli che vedono nei dispositivi iOS il male da estirpare. Personalmente scrivo questo articolo da un iMac 21,5″ i3 che non riesce a connettersi in WiFi al mio router per un problema che forse non tutti conoscono ma che affligge parecchi utenti che hanno deciso di passare a Lion e che mi costringe a usare il mio bellissimo Mac con un bruttissimo cavo di rete. Fortunatamente l’assistenza Apple è ancora al top e si mostra sempre disponibile a risolvere tutte le problematiche da me citate, che anche se non sono “catastrofiche” mi sembrava giusto citare per rispetto verso chi vorrà leggere questo mio articolo.

Alla luce di quello che è stato vi e mi domando cosa vi aspettate dalla fine del 2011 e anche se leggermente presto dall’inizio del 2012? Personalmente mi auguro che Apple curi ancor più i suoi clienti, anche a discapito di qualche dollaro di guadagno in meno e vorrei anche che tornasse a spingere maggiormente prodotti come iPod che hanno farto le prime fortune di questa azienda e che meritano “rispetto” per come hanno saputo aiutare Apple ad uscire da un periodo difficile.

Mi aspetto anche che i vari servizi tipo iCloud, iTunes Match, e il nuovissimo iOS 5 siano esenti da bug o problematiche varie e che magari si torni a parlare di cose concrete e non di cause e tribunali. Mi aspetto che Apple si comporti da Apple, ecco….forse è proprio questo quello che mi aspetto maggiormente.

Voi cosa vi aspettate dall’azienda di Cupertino?

Il 2011 è entrato nel suo periodo più caldo per quello che riguarda le vendite e quest’anno Apple ha deciso…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: