Apple potrebbe ritirare gli iPod Classic e Shuffle

Ora che è ufficiale la data per la presentazione del prossimo melafonino, cominciano a girare voci sul web di un possibile ritiro dei vecchi modelli di iPod. Con l’avvento dei nuovi dispositivi touch, le statistiche di vendita dei modelli più popolari e allo stesso tempo più anziani sono decisamente scese ai minimi storici e il ritiro dal commercio di questi ultimi sarebbe molto quotata.


La fonte da cui sono partite queste voci è TUAW, che parla ti una transizione di mercato che porterà all’abbandono dei vecchi modelli per lasciare più spazio agli ultimi arrivati iPod Nano e iPod Touch.

Come si può notare dal grafico di sotto sulle vendite iPod, la situazione ristagna da tempo e si hanno picchi solo in corrispondenza dell’uscita di nuovi modelli. Non solo, questi dati comprendono tutti gli iPod, dal Classic al Touch, e si presume che ad alzare la soglia siano proprio gli ultimi modelli.

A peggiorare la situazione ci sono tutti i nuovi dispositivi come iPhone ed iPad, che ai fratelli minori mp3 tolgono tantissima utenza. In più, c’è da dire che il modello shuffle è estremamente simile al fratello col touchscreen e il Classic utilizza una tecnologia di archiviazione, quella a disco rigido, ormai abbandonata da Apple per far posto alle memorie di tipo flash. Un incentivo ad eliminare due iPod ormai davvero superati.

Manca solo l’ufficialità che potrebbe avvenire proprio giorno 4, data in cui oltre a un nuovo iPhone potrebbe essere presentata anche la variante bianca dell’attuale iPod Touch e un possibile aggiornamento di quest’ultimo con l’inclusione di un modulo 3G.

A breve la grande famiglia iPod compierà 10 anni, precisamente il 24 ottobre, e questa sarebbe un’occasione per dire: “hanno fatto la loro strada, adesso è il momento dell’iPhone”.

Via | MacStories

Ora che è ufficiale la data per la presentazione del prossimo melafonino, cominciano a girare voci sul web di un…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: