iBooks Store: trucchi e consigli su come sfruttarlo al meglio! | Guida iSpazio

Dopo la lunga attesa e la comparsa dei primi libri delle grandi case editrici italiane nell’iBook Store di Apple, è giunto il momento di fare un po’ il punto della situazione su questo fantastico “strumeto” che ci permette non solo di leggere i numerosi libri dello store, che con il tempo popoleranno sempre più il negozio virtuale, ma anche di utilizzarlo come strumento di lavoro e la lettura di tutti quei documenti che nei nostri computer o iDevice troviamo nel fomato PDF.

Quattro modi per copiare un PDF su iBooks:

Se l’acquisto da questo o quello store non vi interessa, perchè magari possedete già una valanga di PDF da leggere, il consiglio va senza ombra di dubbio ad iBooks di Apple, perchè è un’app elegante, veloce e ben congegnata: ha, perfarla breve, tutto quello che si potrebbe chiedere a un software del genere. Girare pagina con quest’app vinene naturale come con un libro vero, e poi ha prestazioni con i PDF da far impallidire la concorrenza.

Via iTunes:

E’ il metodo ufficialmente caldeggiato da Apple, almeno fintanto che iCloud non è ancora nelle mani del pubblico, ma sfortunatamente è anche il più scomodo dei quattro metodi che vi stiamo proponendo. L’utilizzo ne implica, infatti, la connessione via cavo USB con l’iPad, e il trascinamento nella Libreria di iTunes dei contenuti da copiare.

Via posta elettronica:

Nel caso di file non troppo voluminosi potrebbe tornare utile la cara e vecchia e-mail. Dal computer principale inviatevi un messaggio e allegatevi il PDF di vostro interesse. Una volta aperto Mail su iPad, tenete premuto l’allegato finchè non compare il menu a scomparsa e selezionate ” Apri in iBooks”.

Via DropBox:

E’ il più pratico dei sistemi, anche se i tempi di caricamento dipendono in massima parte dalle velocità di upload della vostra connessione. Una volta copiato il PDF nella cartella dedicata a DropBox sul computer, infatti, esso comparirà su DropBox in iPad. A quel punto, basta aprirlo in iBooks e il gioco è fatto.

Via Safari:

Nonostante l’assenza di un file menager su iOS, Safari è in grado di gestire il download dei documenti, per lo meno se nell’iPad è installata un’app in grado di aprirli. Se quindi, durante la navigazione, incappate in un PDF che vi interessa, scaricateloe, quando viene visualizzato, selezionate “Apri in iBooks”.

Come sfruttare al massimo l’inconfondibile iBooks:

1. Dopo aver effettuato l’acquisto nello Store, l’e-Book viene posizionato nello scaffale dedicato ai libri. Per cancellare, spostare o organizzare le pubblicazioni raccolte, utilizzate il tasto Modifica in alto a destra. Per aprire il tomo virtuale, invece, fateci semplicemente un “tap”sopra.

2. Un’elegante animazione aprirà la copertina davanti ai vostri occhi e vi delizierà con le prime pagine del tomo appena aquistato. Ogni puntino in basso corrisponde a una pagina: scorreteli per saltare rapidamente a un punto del testo oppure sfogliate le pagine virtuali come fossero di carta.

3. Per personalizzare l’esperienza, selezionate il pulsante “AA” e divertitevi a cambiare la grandezza e la tipologia del carattere, oppure abilitare l’effetto Seppia, meno stancante per la vista. Affiancati, trovate i pulsanti per regolare la luminosità dello schermo, per cercare un termine nel testo e per apporvi un segnalibro.

4. I vari segnalibri vengono appuntati direttamente all’intrno dell’e.book. Li trovate elencati insieme all’indice e alla copertina. Per tornare alla lettura, premete Riprendi, mentre per chiudere l’e-book e passare a un altro, selezionate Libreria e godetevi l’animazione di chiusura.

Vi ricordiamo che i commenti sono la vostra voce. Se avete ulteriori trucchetti di vostra conoscenza e volete condividerli con tutti noi, non esitate a scriverli nei commenti! Ricordate che iSpazio siete voi!

Dopo la lunga attesa e la comparsa dei primi libri delle grandi case editrici italiane nell’iBook Store di Apple, è…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: