Apple brevetta lo ‘Slide to unlock’, il gesto più famoso introdotto con iOS

L’ufficio Patent & Trademark degli Stati Uniti ha da poco pubblicato la richiesta di Apple per il brevetto dello “slide to unlock”. Il movimento ormai onnipresente in tutti i dispositivi iOS, è stato pensato per sbloccare l’iPhone con un semplice gesto, impossibile da eseguire accidentalmente nella tasca.

L’iPhone ha cambiato la concezione di telefono cellulare, introducendo tra le tante features, uno schermo touchscreen ed un’interfaccia grafica progettata per anni in modo da risultare semplice ed intuitiva. Alcune delle gesture introdotte con il sistema operativo mobile di Apple hanno letteralmente cambiato il modo di interagire con i dispositivi elettronici. Lo slide to unlock è forse il gesto più famoso ed imitato tra quelli introdotti da Apple.

Il capo di iOS Scott Forstall è accreditato come uno degli inventori, assieme agli ingegneri Apple Imran Chaudhri, Bas Ording, Freddy Allen Anzures, Marcel Van Os, Stephen O. Lemay e Greg Christie. Apple ha depositato la domanda di brevetto nel Dicembre del 2005, poco più di un anno prima del lancio del primo iPhone.

Come spiega il colosso di Cupertino all’interno del brevetto, un display sensibile al tocco può essere sbloccato attraverso dei gesti effettuati sul display. Lo slide to unlock prevede di toccare e spostare un’immagine lungo un percorso predefinito. L’interfaccia grafica può ricordare all’utente, attraverso un’animazione,  il gesto da eseguire.

Se volete ricordare la prima volta in cui Steve Jobs mostrò entusiasta al mondo l’iPhone ed in particolare lo ‘slide to unlock’, potete andare al minuto 15:30 del video seguente.

Via | 9to5Mac

L’ufficio Patent & Trademark degli Stati Uniti ha da poco pubblicato la richiesta di Apple per il brevetto dello “slide to…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: