Secondo Eric Schmidt, il presidente di Google, Siri rappresenta una vera sfida

Eric Schmidt, presidente di big G, cita in una sua recente dichiarazione l’assistente vocale Siri, vera grande novità dell’iPhone 4S. Secondo Schmidt, Siri rappresenta uno sviluppo significativo di Apple che potrebbe minacciare il business del colosso della ricerca web.

Il presidente di Google, seduto alla sottocommissione antitrust del Senato degli Stati Uniti, ha ammesso che Siri è frutto delle innovazioni nella ricerca di Apple, che ha lanciato un approccio completamente nuovo riguardo le tecnologie di ricerca su web. La ricerca ad attivazione vocale dell’iPhone 4S potrebbe rappresentare una vera minaccia per Google, tanto che alcune pubblicazioni pensano già che in futuro Siri diventi una sorta di ‘google-killer’.

Eric Schmidt ha affermato che i concorrenti di Google sono molto forti e che a volte la società non riesce ad anticipare la minaccia competitiva posta dai nuovi metodi di accesso alle informazioni. Anche i social network come Facebook e Twitter consentono agli utenti di sfruttare le loro reti sociali per trovare risposte alle loro domande. Google è quindi in competizione con tutti i metodi disponibili per accedere a informazioni su internet, non solo con gli altri motori di ricerca come Bing.

Data la potenza dei social network anche nel campo della ricerca su web, Google ha recentemente lanciato Google Plus, una sorta di Facebook riveduto e corretto dalla società di Mountain View. Il social network contraddistinto dal concetto delle cerchie e dai giochi di qualità come ‘Angry Birds’ stenta a decollare nonostante il grande interesse che ha suscitato al lancio.

Via | CNET

Eric Schmidt, presidente di big G, cita in una sua recente dichiarazione l’assistente vocale Siri, vera grande novità dell’iPhone 4S….

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: