Apple diminuisce gli ordini di fornitura di iPhone per il quarto trimestre fiscale?

Da un report commerciale del blog asiatico DigiTimes, si evince che Apple ha chiesto di ritardare al primo trimestre del 2012 una parte delle spedizioni fissate per il quarto trimestre del 2011. Nonostante il grande successo che sta continuando ad avere l’iPhone 4S in tutto il mondo, la decisione sarebbe stata presa perché i pre-ordini del nuovo melafonino sono minori del previsto.

Secondo il report Apple ha diminuito del 10-15% gli ordini ai fornitori dei componenti di iPhone, iPod Touch ed iPad. I fornitori interessati sono quelli che producono i case e le lenti per la fotocamera dei dispositivi. Ovviamente anche le società che si occupano di assemblare hanno un carico di lavoro minore durante il quarto trimestre del 2011.

Tuttavia l’analista Maynard Um di UBS afferma che il report è completamente sbagliato dato che le scorte di iPhone 4S si esauriscono frequentemente e c’è da aspettare fino a 2 settimane per ricevere lo smartphone dopo l’ordine on line. In effetti la notizia sembra infondata, dato che una percentuale compresa fra l’85% ed il 90% dei retail store intervistati da Chris Whitmore, hanno dichiarato di esaurire quotidianamente le scorte di iPhone 4S entro la fine della giornata.

L’iPhone 4S ha battuto tutti i record di vendita dei dispositivi precedenti con i 4 milioni di pre-ordini effettuati nel primo week end li lancio nei soli Stati Uniti. Come se non bastasse, i dispositivi riservati ai pre-ordini per gli utenti di Hong Kong si sono esauriti nel giro di 10 minuti. Con questi numeri risulta davvero difficile credere che Apple abbia intenzione di diminuire le spedizioni di fornitura, quando dovrebbe se possibile incrementarle per soddisfare la domanda del prodotto.

Via | 9to5Mac

Da un report commerciale del blog asiatico DigiTimes, si evince che Apple ha chiesto di ritardare al primo trimestre del 2012 una parte delle…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.