iTunes Store, iBooks Store, App Store: si può migliorare quello che è già perfetto? | Riflessioni Personali

Come sappiamo uno dei punti a favore dei prodotti Apple rispetto alla concorrenza è dato dal grande supporto che gli stessi ricevono dai vari store online che la casa di Cupertino ha sapientemente creato nel corso degli anni, ma mi sembra giusto chiedervi se realmente sono così perfetti o potrebbero essere migliorati in qualche modo?

Tecnicamente su questi store si può comprare ogni genere di contenuto per i nostri iDevice, dalla semplice canzone scaricata da iTunes fino al navigatore per il nostro iPad. Si possono noleggiare film, comprare libri, intere raccolte musicali, toni per iPhone, e tantissime altre cose, sia a pagamento che in maniera totalmente gratuita.

La forza di Apple è stata di credere pienamente nelle proprie idee e di ritrovarsi tutto questo ben di Dio qualche anno prima che la concorrenza riuscisse a capire l’importanza che questo genere di supporto poteva offrire alla propria clientela.

Potrebbe risultare quasi stucchevole snocciolare i numeri in termini di App o contenuti musicali presenti in questi store, con profitti da capogiro sia per Apple stessa che per le varie case discografiche o per i sviluppatori delle App. Le App, proprio loro, il vero punto di forza di prodotti come iPhone o come iPad che possono contare una moltitudine di varianti da quelle più serie a quelle più “leggere”, fino a quelle con scopi pubblicitari che ultimamente affollano l’App Store.

Gli sviluppatori si sono precipitati in massa in questo business, fiutando ben presto gli innumerevoli guadagni dovuti ai proventi delle loro opere. I risultati come sempre hanno dato ragione sia ad Apple che a tutti i developers che hanno creduto sin da subito nel progetto e che hanno contribuito in maniera considerevole ai successi di prodotti come iPhone o iPad.

Dopo questa mia doverosa premessa trovate gli store online perfetti così oppure pensate che possano essere migliorati ulteriormente sotto qualche aspetto?

Personalmente ritengo che qualche piccolo sforzo debba essere ancora fatto, specie per quanto concerne iBooks Store che specie in Italia è stato per troppo tempo abbandonato al proprio destino. In questo caso specifico però le responsabilità da parte di Apple sono limitate e piuttosto vanno ricercate nelle case editrici italiane che sono leggermente restie a proporre i propri prodotti sullo store di Apple, quasi come se non volessero “piegarsi” alle sempre più pressanti richieste dei molti appassionati di lettura.

C’è da dire che i pochi contenuti presenti in iBooks Store hanno dei prezzi troppo elevati e proprio per questo andrebbero leggermente rivisti perchè spesso e volentieri troviamo la copia “elettronica” allo stesso prezzo di quella cartacea e tutto questo non è assolutamente giustificabile in nessunissima maniera.

Si potrebbero limare anche leggermente i prezzi degli album presenti in iTunes Store, specie per quanto concerne quelli più vecchi che spesso vengono offerti a cifre più basse solo dopo parecchio tempo che fanno la loro comparsa nello store.

Mi piacerebbe vedere anche la nascita di una sezione dedicata alla personalizzazione del proprio dispositivo, una sorta di “sezione temi” per tutti i nostri iDevices con tanto di release proposte sia da Apple stessa che dai vari sviluppatori. Qualcosa che possa cambiare parzialmente l’aspetto del nostro iPhone o iPad e che possa identificare al meglio la personalità del suo utilizzatore.

Con questi piccoli accorgimenti si potrebbe migliorare non poco quello che già oggi è fondamentalmente perfetto ma che di tanto in tanto necessita di una rinfrescatina per rimanere al passo con i tempi.

E voi? Cosa vorreste vedere nel vostro store preferito? Avete in mente suggerimenti/lamentele oppure ritenete che tutto debba rimanere così come lo troviamo allo stato attuale?

Come sappiamo uno dei punti a favore dei prodotti Apple rispetto alla concorrenza è dato dal grande supporto che gli…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: