JBL On Air Wireless Dock, la docking station tecnologica | iSpazio ProductReview

Oggi vi proponiamo la nostra recensione del nuovo dock di JBL, l’On Air Wireless Dock, che rivoluzionerà il modo in cui ascoltate la musica. Avrete a disposizione un attacco dock per iPhone, un adattatore per iPod, la connessione Airplay per riproduzione da dispositivi iOS o da iTunes e molto altro. Vediamo assieme la recensione di questo fantastico gadget:

 

 

La scatola è completa di tutto ciò che serve per poter utilizzare al meglio la vostra nuova docking station. All’interno troverete, ovviamente, la docking station, rivestita dalla consueta plastica protettiva, il telecomando per controllare il sistema, il cavo dell’antenna (per poter ricevere le frequenze Radio FM), l’adattatore per poter utilizzare l’iPod Touch e l’alimentazione, completa di adattatore europeo e inglese.

Il telecomando ha un design ergonomico e presenta i tasti necessari per il controllo della docking station. Potrete regolare tutte le impostazioni seduti comodamente sulla vostra poltrona di casa. L’utilizzo risulta intuitivo, in quanto sul display vengono visualizzate le indicazioni in maniera geometrica, esattamente come compaiono sul telecomando; questo vi permette di orientarvi facilmente durante le selezioni o gli spostamenti tra i vari menù. L’alimentatore è completo di una plastica protettiva da rimuovere per poter poi agganciare il corretto connettore, inglese o europeo, in base alla vostra zona di residenza.

 

L’adattatore in plastica per l’iPod Touch è molto facile da agganciare alla base: é sufficiente appoggiarlo sopra alla zona in cui è presente il connettore dock. Questo accessorio creerà uno spessore che permetterà di compensare la differenza di dimensione tra iPhone e iPod Touch.

  • AirPlay per riprodurre musica in streaming wireless da iPod, iPhone e iPad
  • AirPlay per riprodurre musica in streaming wireless e radio su Internet da iTunes (è necessaria una connessione wireless per Mac o PC)
  • Il display LCD consente di visualizzare le copertine degli album a colori e le informazioni su brani e artisti
  • Connessione al dock e caricamento di iPod e iPhone
  • Radio FM con 10 stazioni radio preimpostate
  • Sveglia con doppio allarme
  • Potenza musicale in uscita 12 watt tramite doppio sistema di altoparlanti e tecnologia HALO
  • Telecomando multifunzione
  • Ingresso ausiliario per connessione con Jack Audio
  • Porta USB per ulteriori connessioni
  • Driver: 2 X driver full range / 1 X tweeter
  • Risposta in frequenza: 20 Hz – 20 kHz
  • Configurazioni dell’altoparlante: Stereo

Una volta estratto il dock dalla scatola, sarà sufficiente collegarlo alla corrente, togliere il nastro di attivazione delle batterie dal telecomando, collegare il cavo dell’antenna FM nella parte posteriore e aspettare l’inizializzazione del sistema, che avverrà in pochi secondi.

Subito dopo aver configurato l’orario e la data, il sistema inizierà la scansione delle reti Wi-Fi disponibili; basterà quindi, tramite telecomando o bottoni del dock, selezionare la propria rete per completare la configurazione. Questa parte è fondamentale per il funzionamento di Airplay, in quanto il sistema di riproduzione audio senza fili di Apple sfrutta proprio la rete wireless per lo streaming musicale.

Nel caso in cui la vostra rete Wi-Fi sia protetta, comparirà una tastiera su schermo che vi permetterà l’immissione dei caratteri per poter eseguire l’accesso. Oltre a questo, vi sarà possibile anche immettere l’Indirizzo IP, il Subnet Mask, il Gateway e i server DNS, necessari nel caso in cui la vostra rete sia statica e non DHCP (quindi con ottenimento automatico degli indirizzi). Nella maggior parte dei casi, vi basterà immettere la password per completare la configurazione.

Una volta completata l’inizializzazione, verrete reindirizzati al menù principale, che mostra l’orario e vi offre la possibilità di cambiare sorgente o regolare varie impostazioni.

Come potete vedere da questi screenshots, nella parte superiore sono presenti tre opzioni, selezionabili tramite i bottoni posti nella parte superiore del dock oppure, nello stesso modo, sul telecomando, grazie ai bottoni dedicati.

 

 

Dal menù principale è possibile accedere alle impostazioni, che vi permetteranno di regolare tutte le varie preferenze per la sveglia, l’ora o la data, la luminosità, il fuso orario, la lingua, l’impostazione della regione, tutti i settaggi della rete e, grazie alla connessione Wi-Fi, eseguire l’aggiornamento del Firmware

 

Tramite le impostazioni, come già scritto poco sopra, è possibile anche regolare la sveglia, impostando orario, ripetizione (giornaliera, settimanale, etc.), sorgente musicale ed altri dettagli

 

Una volta impostata la sveglia e la sua periodicità, sarà possibile attivare una o più sveglie tramite il menù “Allarmi”, da cui potrete effettivamente verificare l’attivazione della stessa.

Quando la sveglia sarà attiva, un’icona con l’ora dell’allarme verrà visualizzata nella pagina principale, quella che mostra l’orario per intenderci.

In ogni schermata avrete la possibilità di vedere se il dock è collegato alla rete wireless (tramite delle “tacchette” di segnale simili a quelle dei telefoni) e se c’è qualche fonte audio in riproduzione.

AirPlay è sicuramente la caratteristica più importante del JBL On Air Wireless Dock. Tramite questo sistema, introdotto da Apple più di un anno fa, potrete riprodurre la vostra musica senza utilizzo di fili, da qualunque dispositivo iOS o dal Computer.

Il requisito fondamentale è che i dispositivi da utilizzare siano collegati sulla stessa rete wireless. Per accedere alla riproduzione AirPlay è sufficiente entrare in una delle applicazione che la supportano (iPod, Video, Youtube, etc.) e premere l’icona con il logo della funzione (una sorta di triangolo). Una volta premuta l’icona vi apparirà una schermata con i dispositivi rilevati: a questo punto potrete selezionare il dock e subito inizierà la riproduzione.

 

Il funzionamento è analogo su iPad e iTunes, l’icona non cambia e la rilevazione dei dispositivi è la medesima. Su Mac, nel programma iTunes, l’icona è situata nella parte inferiore, mentre nei sistemi operativi di Microsoft è possibile utilizzare Windows Media Player, che da poco supporta lo streaming tramite Airplay.

Il display LCD a colori del JBL On Air mostrerà la copertina del brano o del filmato in riproduzione.

Potrete quindi guardare filmati su iPhone o iPad ed ascoltare l’audio tramite le casse della Docking Station.

Grazie ad Airplay potrete riprodurre in streaming wireless l’intera libreria musicale presente sui vostri dispositivi, e il tutto può ovviamente essere effettuato anche in stanze diverse, purché i dispositivi siano connessi alla stessa rete.

Vi ricordo che per utilizzare Airplay è necessario avere iOS 4.2 o superiore.

 

 

Tempo fa, JBL presentò un Dock chiamato “On Time“, con una forma radiale in cui erano contenute le casse, al centro era possibile inserire il dispositivo (iPod o iPhone) per poter iniziare a riprodurre la musica. In un certo senso, l’On Air è un erede di questo precedente modello, ma le novità sono davvero molte, a partire, come avrete già letto, da Airplay.

Le nuove caratteristiche non riguardano soltanto le funzionalità, ma anche il design: la forma radiale del precedente On Time è rimasta pressoché invariata, ma ora troviamo un display LCD che mostra orario e copertine a colori, al contrario del modello passato che mostrava soltanto l’ora e l’impostazione della sveglia.

Anche la forma è cambiata, diventando più curata ed elegante, caratteristiche che sicuramente fanno piacere quando oggetti come questo diventano parte del nostro arredamento.

Come avrete avuto modo di vedere, il design generale è davvero molto curato in ogni forma, a partire dal bottone “Snooze“, necessario per bloccare la sveglia in maniera facile e rapida.

Il dock è disponibile anche nella colorazione bianca, molto ricercata ultimamente e che permetterà all’utente la scelta del colore in base alle preferenze personali.

 

 

Sono sempre un po’ titubante sulla descrizione della qualità audio, in quanto, per questioni fisiche, la diffusione sonora cambia da ambiente ad ambiente, pertanto molti potrebbero sentire il suono in bassa qualità ed altri, invece, ad una qualità migliore. Questo succede perché il suono si diffonde diversamente in base all’ambiente e in base alla possibilità di rimbalzo su oggetti e pareti.

Non voglio fare una lezione di fisica a nessuno, ma semplicemente spiegare che un dock del genere di solito non rende come dovrebbe se posizionato nell’ambiente sbagliato. Eppure JBL si distingue anche in questo: ho provato la qualità audio in vari ambienti e sono rimasto piacevolmente colpito dai bassi profondi e dalla nitidezza del suono, ascoltare la musica in questo modo è davvero un piacere.

JBL On Air Wireless Dock è in vendita al prezzo di 351,91 € sul Kenwood Online Store, a questo link.

 

Oggi vi proponiamo la nostra recensione del nuovo dock di JBL, l’On Air Wireless Dock, che rivoluzionerà il modo in…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: