Steve Jobs avrebbe voluto fondare una compagnia telefonica e sbaragliare la concorrenza con l’iPhone

John Stanton, leggenda dell’industria wireless e capo di Trilogy Partnership, ha affermato che Steve Jobs avrebbe voluto creare un proprio network con le frequenze non utilizzate dalle reti Wi-Fi, invece che lavorare con le compagnie telefoniche per la vendita degli smartphone Apple.

Stanton frequentò molto Steve Jobs negli anni che vanno dal 2005 al 2007, e ricorda che Apple avrebbe voluto sostituirsi agli operatori telefonici. Le discussioni erano incentrate infatti su come lanciare un carrier usando lo spettro di frequenze Wi-Fi. Nel 2007 Jobs cambiò idea, ma continuò a pensare su come avere un maggior impatto sugli operatori telefonici wireless.

“Se fossi un carrier, sarei preoccupato per il drastico cambiamento di potere che si è verificato” ha detto John Stanton. Aziende come Apple e Google, decidendo infatti a chi permettere la vendita dei propri smartphone, influiscono drasticamente sul business degli operatori telefonici.

L’esperto di comunicazioni wireless ha suggerito quindi alle compagnie telefoniche di investire sul mercato dei nuovi dispositivi, oltre che a concentrarsi sulle offerte per attirare nuovi clienti. Quando Stanton era a capo della Voicestream, l’operatore che è diventato T-Mobile, ricorda infatti di aver investito in Danger, una compagnia che sviluppa sistemi software per Andorid, e anche in Research In Motion.

Via | MacWorld

John Stanton, leggenda dell’industria wireless e capo di Trilogy Partnership, ha affermato che Steve Jobs avrebbe voluto creare un proprio network…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: