Android: pochi guadagni sullo store, Apple fa ancora da padrona

La continua crescita di Android rappresenta un importante aspetto nell’evoluzione del sistema operativo targato Google, ma lo store non riesce ancora a decollare e rimane ampiamente dietro rispetto ai numeri dell’App Store.

Secondo un report pubblicato da Gene Munster di Piper Jaffray,  Android ha registrato delle cifre sensibilmente inferiori rispetto a quelle dello store Apple. L’analisi si basa sui dati disponibili tramite apposite applicazioni e comunicati ufficiali di Google ed Apple.

L’Android Market è caratterizzato da un volume di affari pari a circa il 7% di quello che è riuscito a generare Apple. Una disparità senza appello, dunque, ancora più visibile se si pensa che Android ha fino ad ora generato 341 milioni di dollari, mentre l’App Store è a quota 5 miliardi. Il dominio della società californiana viene sottolineato anche da altri numeri: Apple detiene l’85% del settore per quanto riguarda le app acquistate, con il 13,5% di app acquistate. Per Android, invece, la percentuale di app acquistate rispetto a tutte quelle scaricate è solo dell’1%, con buona pace degli sviluppatori.

I numeri, quindi, sono sicuramente a favole della casa di Cupertino, il quale ha costruito il proprio impero nel settore mobile anche grazie all’App Store, divenuto nel tempo un vero e proprio punto di riferimento sia per gli utenti che per gli sviluppatori che intendono cimentarsi nella realizzazione di nuove applicazione.

Secondo Munster, nei prossimi anni, la crescita di Android potrebbe far perdere quote di mercato sullo store anche ad Apple, ma tale quota non è destinata a scendere sotto il 70%.

Via| Webnews

La continua crescita di Android rappresenta un importante aspetto nell’evoluzione del sistema operativo targato Google, ma lo store non riesce ancora a…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: