Le iTV potrebbero montare processore A6, offrire canali on-demand, essere supportate da Siri e verranno prodotte da Foxconn | Rumor

Già stamattina avevamo discusso a proposito delle TV made in Apple, un prodotto i cui rumors si stanno ben distaccando dalle fantasie avvicinandosi sempre più alla realtà. Un nuovo report di DigiTimes ci ha offerto ulteriori dettagli, vediamoli insieme.

A differenza di quanto detto stamane, pare che Samsung non sarà l’unica ad offrire Chip, anzi. Pare che in realtà sia in corso una gara d’appalto per dare la concessione al migliore offerente. Tra tutte, la Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TMSC) sembra essere la più avvantaggiata e potrebbe fornire i chip da sola o con Samsung.

Proprio a proposito di processori, sembra viva la possibilità che possano montare la prossima generazione di Chip A6, ovvero gli stessi che monteranno gli iDevices, anche se non è esclusa una versione avanzata degli stessi. Il tutto, sempre secondo il report, verrà assemblato da Foxconn, la maggiore azienda di cui Apple si serve per l’assemblaggio dei propri gioiellini.

Ma la novità sta nella possibilità di usufruire di canali on-demand. Pare infatti che Apple offrirà dei canali streaming a pagamento in cui verranno offerte programmazioni speciali e in cui gli analisti nutrono molta fiducia. Se la società ci metterà lo stesso impegno visto per tutti i suoi lavori, possiamo tranquillamente aspettarci che Apple rivoluzioni anche il panorama delle home entertainment.

Per quanto riguarda l’assistente vocale Siri, sembra anche questa una certezza di una prossima iTV. Un sistema simile sta già prendendo piede all’interno delle console come Xbox 360 che offre un assistente vocale integrato al suo Kinect.

L’uscita è prevista per la fine del 2012, dunque la produzione dovrebbe terminare negli ultimi mesi estivi o primi autunnali.

Via | MacRumors

Già stamattina avevamo discusso a proposito delle TV made in Apple, un prodotto i cui rumors si stanno ben distaccando…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: