Arrivano i Textbook nell’iBooks Store: Scopriamone i prezzi, le percentuali dei ricavati ed i limiti

L’evento Apple è terminato da poche ore ed abbiamo già pubblicato svariati articoli per spiegarvi come funzionano i nuovi Textbook interattivi, come possono essere scaricati da iBooks 2 e quant’altro. In questo articolo quindi, andremo a focalizzarci esclusivamente su tre dettagli che non avevamo analizzato: il prezzo dei libri interattivi, la percentuale dei ricavati che andrà agli editori ed i limiti.

In particolare ogni editore può decidere liberamente il prezzo a cui vendere il proprio Textbook a patto che questo sia obbligatoriamente pari o inferiore ai 14,99$. Pertanto non vedremo mai un libro interattivo all’interno dell’iBooks Store ad un prezzo superiore di questo.

Rispetto al costo effettivo, lo sviluppatore percepirà il 70% dei ricavati, mentre il restante 30% andrà ad Apple, proprio come le applicazioni App Store.

Infine sono state analizzate le dimensioni dei vari Textbook rilasciati quest’oggi. Si parte dai 793MB di Envioronmental Science della Pearson ai 2.77GB del libro Biology della stessa casa. Ecco i dettagli evidenziati da Cult Of Mac:

Questo però, non significa che tutti gli autori potranno pubblicare textbook di qualsiasi dimensione. Infatti, Apple ha deciso di imporre un limite massimo di 2GB per libro agli autori, mostrandosi invece più flessibile soltanto nei riguardi degli editori con i quali ha stretto degli accordi.

Vi ricordiamo che potete ripercorrere l’intero evento educational attraverso questo articolo e guardare un video cliccando qui.

Adesso una sola domanda ci affligge: con lo storage interno di un iPhone o iPad, riusciremo a contenere i libri interattivi, la musica, i giochi dalle alte prestazioni grafiche ed i video a 1080p?

L’evento Apple è terminato da poche ore ed abbiamo già pubblicato svariati articoli per spiegarvi come funzionano i nuovi Textbook…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: