La Rai fa marcia indietro: grazie alle proteste, niente canone per smartphone e tablet

Evidentemente centinaia e centinaia di articoli sui principali blog italiani hanno “spaventato” la televisione Nazionale, che ha deciso che il possesso di smartphone,computer, tablet et simila non comporta il pagamento di un ulteriore canone “speciale”.

Sono molteplici le “rivolte” createsi nel web, e molti telegiornali hanno riportato questa notizia. Dopo un confronto con il dipartimento delle comunicazioni, gestito da Roberto Sambuco del ministero dello Sviluppo economico, è stato deciso che il possesso di computer e altri dispositivi elettronici adibiti al collegamento internet non comporta il pagamento di un ulteriore canone.

Nei giorni scorsi, la notizia dell’introduzione di questo canone speciale ha causato un crollo dell’indice di popolarità della Rai. La norma non interesserà più tutti i dispositivi con connettività internet, ma solo i computer che sono utilizzati come televisori all’interno di imprese, società ed enti.

Dunque le aziende che possiedono apparati adibiti al ricevimento della connessione Internet non devono pagare nessun canone aggiuntivo, ma resta il problema delle aziende che hanno già ricevuto i bollettini con cifre che partivano dai 200 ai 6 mila euro.

Via | IlSole24Ore

Evidentemente centinaia e centinaia di articoli sui principali blog italiani hanno “spaventato” la televisione Nazionale, che ha deciso che il…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: