Apple vince battaglia legale in UK relativa alle funzionalità di Siri

Assoluzione per Apple in una battaglia legale in cui è stata accusata di aver fornito informazioni fuorvianti circa le funzionalità di Siri. Vediamo insieme i particolari di questa ennesima battaglia che ha portato a parlare della casa di Cupertino in tutti i tribunali del mondo.

Nel mese di ottobre, Vodafone UK pubblicò un annuncio pubblicitario dell’iPhone 4S, dove si leggeva uno slogan che diceva: “Basta chiedere a Siri per inviare messaggi, impostare un promemoria, cercare informazioni o leggere un annuncio. Si può anche utilizzare per utilizzare le informazioni del vostro iPhone, come la vostra posizione e i contatti. Insomma avrete un assistente virtuale vero e proprio”. 

Un utente, acquistò all’epoca l’iPhone 4S e denunciò subito Apple perchè era beneficiaria dell’annuncio, anche se non direttamente responsabile.

La denuncia è stata fatta dall’utente perchè l’informazione contenuta all’interno dell’annuncio pubblicitario erano in un certo senso sbagliate.Come ben sapete, Siri non è in grado di usare le informazioni sulla propria posizione e fornire indicazioni sui luoghi di interesse, sul traffico o sui locali della Gran Bretagna, dato che tale funzione è ancora limitata al solo territorio statunitense. Quindi lo spot riportava informazioni in un certo senso non veritiere.

I giudici però hanno dato ragione ad Apple, in quanto, secondo loro, è vero che Siri non usa le informazioni di localizzazione per fornire informazioni sul traffico e sui locali, ma vengono comunque utilizzate per fornire all’utenza le informazioni sul meteo. Inoltre, i giudici tendono a sottolineare, che nel messaggio di Vodafone UK, non era scritto che le informazioni di localizzazione sarebbero state usate per fornire indicazioni non presenti in Gran Bretagna.

Via | Electronista

Assoluzione per Apple in una battaglia legale in cui è stata accusata di aver fornito informazioni fuorvianti circa le funzionalità…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: