WhatsApp bloccato in Siria: limitata così la libertà di parola

Gli sviluppatori della nota WhatsApp hanno da poco informato tramite Twitter che l’applicazione è stata bloccata in Siria.

La causa sembrerebbe partire dal regime siriano che ha deciso di bloccare l’applicazione per limitare la libertà dei cittadini ed evitare le comunicazioni con l’estero.

Come si evince dallo stesso tweet è un duro colpo alla libertà di parola e alla comunicazione aperta in tutto il mondo. Un triste giorno per la libertà.

Immagine per WhatsApp Messenger

WhatsApp Messenger

WhatsApp Inc.
(4)
Gratuiti

Vi ricordiamo che con l’applicazione WhatsApp si possono inviare messaggi, foto e video gratuitamente a tutti i possessori della stessa, sfruttando solamente la connessione internet.

 

 

Gli sviluppatori della nota WhatsApp hanno da poco informato tramite Twitter che l’applicazione è stata bloccata in Siria. We are told…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: