L’antitrust americano vuole la testimonianza di Apple nella causa contro Google

La Federal Trade Commission (FTC) ha chiesto ad Apple una testimonianza nel caso Antitrust su Google. Infatti la commissione antitrust americana vuole che Apple dica la verità sulla relazione tra i due colossi informatici, in ambito Mobile.

L’agenzia Bloomberg riporta che gli investigatori dell’antitrust in collaborazione con la FTC americana, stanno indagando su Google, perchè pare che quest’ultima abbia usato pratiche di business ingiuste o anticoncorrenziali. E proprio a causa di questa indagine che gli organi americani stanno portando avanti l’azienda di Cupertino è stata chiamata a testioniare, per fornire maggiori ed accurati dettagli sull’accordo di ricerca mobile stipulato con Google, che ha portato il motore di ricerca più importante al mondo come search engine di default sui nostri dispositivi.

A quanto pare, BigG lo scorso anno ha versato un miliardo di dollari nelle casse di Apple, pur di restare il motore di ricerca predefinito sui dispositivi della mela morsicata.

Una pratica del tutto sleale contro gli altri motori di ricerca. Infatti, anche se Google è da sempre il motore di ricerca di default sulla piattaforma iOS ed OSX, in realtà esistono altre opzioni, come Yahoo e, da metà 2010, anche Microsoft Bing.

L’anno scorso, infatti, sembrava che Microsoft potesse diventare il motore di ricerca di default, ma l’indiscrezione sfumò nel nulla.

L’inchiesta sta anche cercando di capire se Google in realtà manipola le proprie tariffe pubblicitarie o i risultati di ricerca per trarne maggiore vantaggio.

Voi cosa ne pensate?

Via | MacRumors

La Federal Trade Commission (FTC) ha chiesto ad Apple una testimonianza nel caso Antitrust su Google. Infatti la commissione antitrust americana vuole che Apple…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: