La richiesta avanzata da Apple nei confronti di Motorola riguardo informazioni su Android viene respinta

Le cause tra Apple e Samsung possono definirsi infinite. Quelle nei confronti Motorola non sono da meno. Oggi Apple ha ricevuto un rifiuto da parte del giudice Richard Posner riguardo una mozione di richiesta di maggiori informazioni, destinata a Motorola, sulla piattaforma Android e sull’acquisizione da parte di Google della stessa società.

La vicenda giudiziaria ha inizio il 7 Marzo di quest’anno quando il giudice Richard Posner, chiede a Motorola di procurare una serie  di informazioni riguardanti dettagli sull’acquisizione ufficiale da parte del colosso Google. Oltre a tale documenti Motorola doveva anche fornire ad Apple, informazioni sulla piattaforma di sviluppo Android. Qualche giorno fa, Apple dichiarò tuttavia di non aver ancora ricevuto tali documenti e la sentenza arrivata oggi ribalta completamente la situazione.

Lo stesso giudice Posner ha infatti negato tale mozione di richiesta di informazioni definendo le richieste di Apple “vaghe e generiche” a dispetto dell’opposizione “convincente” di Motorola. Secondo il giudice di Chicago, Apple potrebbe ancora richiedere tali dati formalizzando però la sua domanda ad un set di documenti ben precisi.

Queste genere di mozioni sono comuni nelle controversie tra aziende, molte delle quali vedono l’ottenimento di dati dei rivali come una grande opportunità. Samsung aveva tentato invano di ottenere dettagli in anticipo su nuovi iPad e iPhone con il pretesto di dover conoscere se i prodotti futuri avrebbero violato alcuni brevetti.

Via | Electronista

Le cause tra Apple e Samsung possono definirsi infinite. Quelle nei confronti Motorola non sono da meno. Oggi Apple ha…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: