Cina: grazie ad un iPhone un bambino intrappolato in un pozzo viene salvato [VIDEO]

In un villaggio nei pressi di Mengzi, in Cina, un bambino intrappolato in un pozzo è stato salvato grazie ad uno smartphone. È accaduto così, il bimbo di due anni caduto all’interno del pozzo è stato udito urlare da alcuni passanti, che hanno immediatamente dato l’allarme, e grazie alla fotocamera di un iPhone e alla bravura dei pompieri il bimbo è stato tratto in salvo.

Ma l’intervento dei pompieri a poco è giovato, prima della brillante idea. Infatti, poco avrebbero potuto fare i pompieri, che avevano a disposizione solo imbracature per adulti, che quindi non potevano essere utilizzate per sollevare un bambino.

Giunge così il colpo di genio da parte della squadra di soccorso, che decide così di far calare all’interno del cunicolo uno smartphone, e in particolare proprio un iPhone. In questo modo i soccorritori hanno trovato l’esatta posizione del bambino grazie alle riprese effettuate ed hanno poi legato le corde attorno al bambino.

Come si vede anche dal video qui sotto, il salvataggio è riuscito, e il bambino si trova ora ricoverato in ospedale, ma in buone condizioni di salute.

 

Possiamo affermare, in questo caso, che la tecnologia è stata una manna dal cielo per quel bambino, che senza quell’iPhone sarebbe forse stato salvato, ma con maggiori difficoltà.

Onde evitare polemiche, voglio dire che seppure lo smartphone in oggetto non fosse stato un iPhone, ma un Samsung, un Nokia o qualsiasi altro tipo di device, la notizia sarebbe stata ugualmente pubblicata, a prescindere dalla casa produttrice dello smartphone, per semplice questione di dovere di cronaca.

Via | TGCOM

In un villaggio nei pressi di Mengzi, in Cina, un bambino intrappolato in un pozzo è stato salvato grazie ad…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: