Ecco perchè Steve Jobs è stato il miglior CEO del mondo

Steve Jobs veniva spesso definito il “miglior CEO del mondo” per vari motivi. Uno di questi era il suo stile unico di direzione aziendale, che andava contro quasi ogni metodo tradizionale insegnato nelle università. In effetti, si potrebbe imparare molto da Steve.

 

Se avete voglia di ampliare i vostri orizzonti, vi invitiamo ad esaminare questa collezione di memorabili suggerimenti presenti nella biografia autorizzata di Steve Jobs realizzata da Walter Isaacson e da Ken Segall, il mago del marketing nonché autore di un nuovo libro intitolato “Insanely Simple: The Obsession That Drives Apple’s Success” che uscirà il 26 aprile 2012. Ken Segall -l’uomo che ha inventato il nome iMac ha lavorato a stretto contatto con Jobs sia alla NeXT che alla Apple. Questi, inoltre, ha fatto parte del team creatore della famosa campagna pubblicitaria “Think Different”.

Di seguito vi mostriamo le 8 lezioni di leadership che Segall ha imparato da Steve Jobs ed ha evidenziato nel suo libro:

  1. La cosa più semplice è sempre la migliore: La raccomandazione di Jobs era: Un prodotto, una scatola”.
  2. La comunicazione diretta funziona: La franchezza non lascia spazio alla confusione, ai diversivi o alla complessità.
  3. I buoni leaders possono compartimentare: Jobs isolava le critiche quindi poteva muoversi verso i propri obbiettivi.
  4. I piccoli gruppi lavorano meglio: Limitare gli incontri tra persone che parlano con cognizione di causa dell’argomento.
  5. Mantenete le cose minime e muovetevi rapidamente: Le campagne Apple sono realizzate entro un mese.
  6. I nomi semplici sono i migliori: Apple non assume esperti in denominazioni, fa affidamento su un team interno ed un gruppo di consulenti pubblicitari.
  7. La semplicità è umana: Non come “un hard disk da 5 GB” su un iPod, ma “un migliaio di canzoni in tasca”.
  8. La semplicità funziona sempre nella vendita al dettaglio: Concentratevi sulla qualità, sul design pulito ed accogliente e su un servizio clienti fantastico.
Di seguito invece vi mostriamo le 13 lezioni estrapolate direttamente dalla biografia ufficiale di Steve Jobs scritta da Walter Isaacson:
  1. Semplicità: Eliminare il tasto ON/OFF dall’iPod dimostra la semplicità Zen di Jobs. L’iPhone non necessita di un manuale utente.
  2. Assumersi la responsabilità: ogni cosa è strettamente collegata, Apple assume la piena responsabilità per l’esperienza utente.
  3. Leapfrog: Non c’è bisogno di essere un pioniere, ma semplicemente innovare per risolvere i problemi in un modo nuovo.
  4. Il prodotto prima del profitto: concentratevi sul realizzare un grande prodotto ed il profitto seguirà.
  5. Non utilizzate i “focus groups”: “il nostro compito è quello di leggere cose che non sono ancora su una pagina”.
  6. Piegare la realtà: il campo di distorsione della realtà consentiva a Jobs di convincere le persone che potevano svolgere un grande lavoro in giorni piuttosto che mesi.
  7. Attribuire: realizzare una confezione in cui l’unpacking è parte della gloria del prodotto.
  8. Pressate per la perfezione: Jobs spingeva il suo team a raggiungere la perfezione ed esserne orgoglioso. “I veri artisti firmano il loro lavoro” diceva Jobs.
  9. Tollerare solo giocatori di seria A: Jobs desiderava lavorare solo con le persone più capaci. Non voleva lavorare con incompetenti e modesti.
  10. Impegnatevi nei faccia a faccia: la creatività deriva da incontri spontanei. “Se un edificio non incoraggia l’innovazione, si perde la magia scatenata dalla semplicità”.
  11. Conoscete sia la complessità che i dettagli: la passione di Jobs era impiegata sia riguardo le grandi cose che riguardo quelle piccole.
  12. Mescolate l’umanità con la scienza: nessun altro nella nostra era avrebbe potuto legare insieme la poesia ed i processori in un modo che ha scosso l’innovazione.
  13. Siate affamati, Siate Folli: come Jobs disse nel suo discorso alla Stanford University: seguite i vostri sogni, non vivete la vita di qualcun altro.

Steve Jobs veniva spesso definito il “miglior CEO del mondo” per vari motivi. Uno di questi era il suo stile…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: