Apple esplora nuove soluzioni per sbloccare, personalizzare ed interagire con i dispositivi iOS tramite il riconoscimento facciale

Apple continua a mostrare il proprio interesse per la funzione di riconoscimento facciale, come già illustrato alcuni mesi fa in un brevetto. Questa funzione può essere utilizzata per lo sblocco dei dispositivi mobile oppure per la personalizzazione dei contenuti in base alla persona che si ha di fronte.

Il brevetto presentato a fine 2009 mostrava un sistema di riconoscimento facciale basato su un elaboratore di immagini che compara la foto scattata con un sottoinsieme di riferimento.  Il soggetto viene riconosciuto se la differenza tra le informazioni ricavate dalla foto scattata e quelle della foto di riferimento sono minime.

Recentemente è stato scoperto un nuovo brevetto depositato da Apple, dal nome “Electronic Device Operation Adjustment Based on Face Detection”. Il brevetto illustra la possibilità di orientare le immagini mostrate dal dispositivo in base alla posizione del viso di chi lo sta utilizzando. Quindi l’immagine mostrata dal dispositivo potrà ruotare din quando non è orientata nello stesso verso del viso di chi la guarda.

Un’applicazione descrive poi il modo in cui scansionare e rilevare il viso di uno specifico utente. Una volta riconosciuto il volto del proprietario del dispositivo, questo si sbloccherà senza la necessità dello “slide to unlock”. Se il volto non viene riconosciuto come quello del proprietario, viene data comunque la possibilità di accedere al dispositivo tramite l’immissione di una password.

Il riconoscimento facciale può essere utilizzato anche per far partire una qualsiasi applicazione del dispositivo come ad esempio la lettura delle email, la scrittura dei messaggi e così via. E’ possibile utilizzare la funzione anche per il blocco e lo standby del dispositivo.

Il brevetti reso pubblico questa settimana è stato presentato all’ufficio U.S. Patent and Trademark nel Settembre 2010 da John E. Arthur.

Via | AppleInsider

Apple continua a mostrare il proprio interesse per la funzione di riconoscimento facciale, come già illustrato alcuni mesi fa in…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: