Microsoft paga gli sviluppatori per creare versioni compatibili con Windows Phone?

Avevamo già fornito la notizia che l’intenzione della jointventure Nokia-Microsoft sarebbe stata quella di far accrescere lo store digitale Market Place, cercando di rilasciare una serie di finanziamenti per attrarre sviluppatori.

Il New York Times ha scoperto che i finanziamenti di Microsoft sono più diretti di quanto si potesse pensare. L’obiettivo è quindi quello di fornire un incentivo finanziario a tutti gli sviluppatori di applicazioni già note su iOS e Android, per convincerli a creare una relativa versione per Windows Phone. I finanziamenti sarebbero pagati da Microsoft a titolo definitivo per coprire lo sviluppo dell’app.

Secondo quanto riportato dal NWT, i finanziamenti scoperti sarebbero a favore degli sviluppatori di Foursquare. Anche Rovio, creatrice del celeberrimo gioco Angry Birds, sembrava essere pronta allo sbarco sul sistema operativo di casa Redmond, ma quando circolò la notizia che gli sviluppatori non avrebbero volontariamente portato il loro gioco su tale piattaforma, Microsoft intervenne offrendo prontamente denaro contante.

Microsoft ha recentemente segnalato di aver superato le 82.000 apps all’interno del suo negozio online. Tuttavia, essa deve affrontare lo stesso problema che Google ha con Android dove una quantità sproporzionata di apps sono spam, false o cloni di applicazioni note. Il lancio del Nokia Lumia 900 in America, sarà sostenuto anche dal carrier AT&T, il quale sarà pronto con una campagna marketing incentrata sul fatto che se il cliente dovesse lamentare la mancanza di una nota applicazione, Windows Phone dispone sicuramente di un’applicazione equivalente.

Via | Electronista

Avevamo già fornito la notizia che l’intenzione della jointventure Nokia-Microsoft sarebbe stata quella di far accrescere lo store digitale Market…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: