Apple pronta a controllare l’inquinamento delle sue fabbriche in Cina

Il Financial Times riporta che Apple si appresta a controllare la sua catena di approvvigionamento cinese per verificarne l’inquinamento e inizierà indagini congiunte con un gruppo ambientale locale nelle prossime settimane.

Il giornale afferma che uno dei partner di Apple, “un produttore di circuiti stampati”, sta per essere controllato dalla società e la sede in Cina dell’Istituto per gli affari pubblici e ambientali (IPE).

Dalla notizia della prima revisione prevista a Febbraio Ma Jun, fondatore della IPE, ha detto a USA Today che l’impresa aveva commissionato revisioni ambientali indipendenti di almeno due degli stabilimenti del suo partner in Cina. Tuttavia, sembra che Apple avrà un livello di coinvolgimento in un procedimento, mentre non ci sono ulteriore dettagli riguardo la visita di una fabbrica.

“Un vice-presidente di Apple ha detto che la trasparenza era necessaria e ho sentito che era il momento. Hanno deciso che volevano cambiare il modo in cui stavano facendo le cose”, ha detto al Financial Times. “Ma continuiamo a dire loro che non si può solo dire che tutto è bene”.

Il cambiamento di atteggiamento è iniziato lo scorso anno quando si è svolta una riunione tra Apple ed i suoi fornitori in Cina, dopo una serie di questioni ambientali. Alcuni stabilimenti utilizzati da Apple sono stati chiusi o multati per emissione di sostanze nocive durante la produzione.

Via | TheNextWeb

 

Il Financial Times riporta che Apple si appresta a controllare la sua catena di approvvigionamento cinese per verificarne l’inquinamento e…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.