TSMC accelera la produzione di chip a 28 nm: la collaborazione tra Apple e Samsung sta per finire?

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) potrebbe far decollare la sua capacità di produzione di chip a 28 nm arrivando ad un ritmo sensibilmente migliorare rispetto ai vecchi 40/45nm. Questo potrebbe spingere Apple a chiudere definitivamente i rapporti con Samsung?

L’analista Nobunaga Chai di Digitimes Research Analyst ha affermato che la fonderia dell’azienda taiwanese sta migliorando il tassi di rendimento del processo interno. Attualmente il tasso di rendimento dei processi a 28 nm non è affatto basso, ma non ha ancora raggiunto un livello tale da convincere l’azienda ad espandere la capacità in modo aggressivo.

Il processo costruttivo a 28 nm costituirà il futuro dei microprocessori, ma attualmente non è ancora stabile e alcune aziende riconoscono che è un rischio per i loro prodotti. Apple ad esempio utilizza ancora chip a 45 nm per la produzione dei suoi A5X.

Lo scorso Giugno Reuters anticipò che Apple aveva dato inizio a una serie di test produttivi con l’azienda Taiwanese TSMC. Digitimes confermò poi il rumor che vuole Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) come nuovo produttore dei chip integrati nei dispositivi iOS al posto di Samsung.

Il desiderio di Apple di abbandonare Samsung deriva in gran parte dal fatto che le due società sono impegnate in una serie di cause legali una contro l’altra. La crescente battaglia legale tra le due società ha creato una situazione di disagio, rendendo difficili i rapporti tra Apple e quello che a tutt’oggi è uno dei suoi più grandi fornitori.

Via | DigiTimes