iPhone e gli altri dispositivi iOS sono gli strumenti di lavoro preferiti fra le aziende degli USA

Secondo l’ultima indagine sviluppata da Good Technology, fra le aziende statunitensi i dispositivi più utilizzato per svolgere funzioni lavorative sono l’iPhone ed iPad, a discapito dei prodotti Android.

Statistiche

Secondo il numero di attivazioni aziendali dei dispositivi negli Stati Uniti, iPad e iPhone hanno ottenuto un tasso di preferenza del 78%, contro il 28% dei dispositivi Android. Per quanto riguarda i settori nello specifico, fra gli smartphone iPhone ha conquistato il 73,9% delle attivazioni del primo trimestre 2012, mentre per iPad la superioritá di Apple è ancora più schiacciante: il 97,3% delle attivazioni delle tavolette effettuate quest’anno nelle aziende porta il logo della Mela.

Dall’analisi sono rimasti esclusi invece i dispositivi BlackBerry poiché utilizzano un sistema di trasporto dati proprietario, e i dispositivi Windows Phone, perchè ancora troppo poco diffusi. L’analisi di Good Technology vede come motivo della preferenza dei prodotti di Cupertino da parte delle aziende non solo nell’aspetto estetico, ma anche nella sicurezza di iOS, ritenuto più sicuro e affidabile rispetto ad Android.

I seguenti dati, illustrati nell’immagine sovrastante, sono di conferma a quanto detto da Tim Cook nel corso della conferenza stampa di presentazione dei risultati fiscali di Apple: l’iPad è stato adottato dal 94% delle aziende presenti nella classifica Fortune 500 e dal 75% delle aziende presenti nella classifica Global 500.

Ottimi risultati, non vi pare?

Via | CultofMac

Secondo l’ultima indagine sviluppata da Good Technology, fra le aziende statunitensi i dispositivi più utilizzato per svolgere funzioni lavorative sono…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: