Improbabile vedere un iPhone in Liquidmetal se non tra diversi anni

Poco tempo fa vi abbiamo parlato della possibilità di introdurre l’uso del liquidmetal sui prossimi dispositivi Apple e più in particolare sul nuovo iPhone. Secondo l’inventore di Liquidmetal, l’utilizzo di tale tecnologia non lo vedremo su un iDevice se non tra diversi anni.


Apple in teoria potrebbe lanciare un nuovo iPhone sfruttando questa speciale lega metallica realizzata da Liquidmetal Technologies, poiché possiede i diritti di esclusività ottenuti su tale tecnologia nel 2010. Da allora pare che il metallo in questione sia stato utilizzato soltanto per lo spillo per la rimozione del vano SIM dell’iPhone 3G.

Secondo quanto riportato da Atakan Peker, uno degli inventori delle leghe liquidmetal, pare che Apple non utilizzerà tale lega metallica per costruire interi prodotti, almeno entro i prossimi 2 anni:

Q: Ho sentito alcuni rumors sul fatto che i futuri MacBook di Apple possano usare un case in liquidmetal, ma come sarebbe? E’ probabile che ciò accada?

A: Vista la dimensione del MacBook e il volume dei prodotti Apple, penso sia improbabile che il case in liquidmetal venga usato nei MacBook del prossimo futuro. E’ più probabile piuttosto che venga usato per piccoli componenti. Un case di un MacBook, come l’unibody, richiederà da due a quattro anni per essere implementato.

Nonostante Peker non abbia conoscenze dirette sulle strategie di Apple per quanto riguarda le leghe liquidmetal, pensa che l’azienda abbia in mente un prodotto rivoluzionario, in grado di sfruttare pienamente la forza e la durabilità della suddetta tecnologica, che senza dubbio avrà un grande impatto sul mercato.

Via | MacRumors

Poco tempo fa vi abbiamo parlato della possibilità di introdurre l’uso del liquidmetal sui prossimi dispositivi Apple e più in particolare…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: