MuscleNerd: ‘State lontani da iOS 5.1.1 se volete il Jailbreak sui vostri iPhone 4S o iPad 2/3’ [AGGIORNATO x2]

E’ uscito da poco più di un ora la nuova versione di iOS 5.1.1 e come di consueto i principali esponenti del mondo Jailbreak invitano gli utenti interessati ad effettuare il Jailbreak in futuro, soprattutto a quelli che lo hanno tuttora , a non aggiornare al nuovo iOS! Il primo è @MuscleNerd che avvisa i proprio follower “E’ uscito iOS 5.1.1….Jailbreakers attenzione! I proprietari di iPhone 4S o iPad 2/3 dovrebbero starci lontano!”

Non è solo MuscleNerd che avvisa gli utenti con i loro dispositivi Jailbreak, ma anche @notcom, lo sviluppatore della famosa applicazione TinyUmbrella sempre tramite un tweet che afferma “NON aggiornare al 5.1.1 a meno che non vi preoccupate della possibilità di perdere PERMANENTEMENTE il vostro Jailbreak”.

Ovviamente vi aggiorneremo su eventuali sviluppi!

AGGIORNAMENTO: Nuovo tweet da MuscleNerd che ci riporta una notizia molto interessante, infatti secondo quanto afferma dall’aggiornamento iOS 5.1.1 si può notare che Apple è a conoscenza di un metodo non rilasciato per effettuare il downgrade dei dispositivi con A5 a iOS 5.0.1 con i blobs salvati.

Un fatto molto interessante, ma la domanda è, come fa Apple ad essere a conoscenza di questo metodo? 

AGGIORNAMENTO X2: Il noto developer @i0n1c ha pubblicato un tweet alcuni minuti fa con una foto nella quale mostra il nuovo iPad, quindi con processore A5X, con Cydia aperto e la versione di iOS 5.1.1 installata, per maggiori informazioni potete consultare questo articolo.

E’ uscito da poco più di un ora la nuova versione di iOS 5.1.1 e come di consueto i principali…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: