PiperJaffray: la carenza di baseband a 28nm non sarà un problema per il lancio del prossimo iPhone ad Ottobre

Un nuovo rapporto della banca d’investimento PiperJaffray sostiene che la carenza di chip Qualcomm a 28 nm non impedirà ad Apple di rilasciare la nuova generazione di iPhone ad Ottobre.

 

Fondamentalmente restiamo convinti che iPhone 5 sarà rilasciato ad Ottobre nonostante la carenza segnalata da molti analisti di chip Qualcomm a 28 nm“, scrive l’analista Gene Munster in una nota agli investitori.

Secondo l’analista, il chip LTE di Qualcomm dovrebbe equipaggiare il prossimo iPhone dato che tutte le ultime generazioni di iPhone e iPad montano una baseband di questa azienda. Lo stesso analista il mese scorso aveva riportato un possibile problema di carenza di questi chip per Ottobre, cosa che avrebbe rischiato seriamente di far slittare la presentazione del nuovo iPhone. Tuttavia, continuava l’analista, la previsione di 49 milioni di iPhone venduti nel trimestre natalizio del 2012, sarebbe semplicemente slittata nel trimestre successivo nel caso di problemi alle forniture.

Riteniamo che sarebbe improbabile che un consumatore scelga di acquistare un altro telefono se non sono in grado di ottenere un iPhone 5 a causa dei problemi di approvvigionamento a breve termine“, concludeva l’analista nella sua nota.

Apple ha già maturato una certa esperienza in passato nel trattare con questi problemi di approvvigionamento al momento del lancio. A riprova di ciò basti pensare al lancio di iPhone 4S e del nuovo iPad che, a discapito di dati vendita da record, non hanno avuto i problemi di approvvigionamento che l’azienda di Cupertino si trovò ad affrontare al lancio di iPhone 4. L’analista ritiene ragionevole pensare che Apple saprà far fronte a questa situazione senza rinvii della data di presentazione.

Munster ha concluso la sua nota con i suoi pareri riguardo alle possibili specifiche del prossimo iPhone di Apple. Egli ritiene che l’iPhone sarà completamente ridisegnato “assomigliando di più al pannello posteriore metallico dell’attuale iPad“. L’analista ha anche previsto una probabilità del 50 per cento che il prossimo iPhone abbia uno schermo più grande.

Diversi grandi media hanno riferito la settimana scorsa che la sesta generazione di iPhone sarà caratterizzata da un display più grande. Il Wall Street Journal ha affermato come Apple abbia già effettuato ordini per schermi con diagonale di “almeno 4 pollici“. Le previsioni di Munster sono sostanzialmente in linea con quelli dei suoi colleghi analisti.

Ormai tutti sembrano aspettarsi un iPhone LTE completamente ridisegnato per Ottobre. Staremo a vedere.

Via | AppleInsider

Un nuovo rapporto della banca d’investimento PiperJaffray sostiene che la carenza di chip Qualcomm a 28 nm non impedirà ad…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: