Il vice presidente di Orange dichiara che il mercato non potrà sostenere l’inefficienza di iOS, Android e Windows Phone

Yves Maitre, vice presidente dell’operatore telefonico europeo Orange, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull’evoluzione che sta caratterizzando il mercato dei dispositivi mobili in questi anni, paragonando i recenti smartphone ad un auto poco efficiente.

In una intervista ad AllThingD, Maitre ha detto che gli attuali sistemi operativi mobili non sono abbastanza leggeri sia per quando riguarda il costo che la banda utilizzata. L’espansione in alcuni mercati emergenti risulta si un’opzione fattibile ma non sotto le attuali condizioni. L’esecutivo di Orange ammette che iOS di Apple e Android di Google, hanno creato un ricco ecosistema mobile  per i dispositivi di fascia alta, giovando all’operatore nei più importanti mercati europei.

Tale ecosistema “costoso” non si può applicare ai 6 miliardi di probabili clienti dei mercati emergenti come Cina e India. Un numero così vasto di utenti metterebbe in serie difficoltà l’operatore, il quale non sarebbe in grado di reggere l’elevato traffico dati e la vendita di dispositivi molto costosi in tali mercati.

Maitre ha paragonato gli attuali smartphone e i relativi sistemi operativi al business dell’automobile. Anni fa, in Francia, le grosse vetture da otto cilindri di Detroit erano idolatrate ma con il passare degli anni, quando si è capito che il combustibile era una risorsa limitata, le vetture americane hanno iniziato a lasciare posto alle più economiche auto a sei e quattro cilindri dei produttori Giapponesi. Lo stesso, secondo Maitre, vale per l’ambiente OS mobile e il combustibile è per l’appunto la larghezza di banda.

Domani, sette miliardi di persone potrebbero utilizzare circa 0,625 – 0,75 GB al mese. La larghezza di banda inizierà a diventare presto una risorsa molto preziosa.

Google, con Android OS, ha consentito ai produttori di realizzare dispositivi buoni ma caratterizzati dal troppo dispendio di risorse. L’executive di Orange, dichiara inoltre che nei mercati emergenti, gli utenti sono disposti a pagare un premio per l’aggiornamento del loro smartphone, nettamente inferiore alla media europea.

Se non siamo in grado di offrire loro uno smarphone a basso costo, perderemo sei miliardi di utenti.

Dalle dichiarazioni, emerge come il carrier stia esaminando una varietà di sistemi operativi, atti a soddisfare le loro esigenze lowcost e spuntano nomi di sistemi operativi cinesi e basati su Linux.

Via | Appleinsider

 

Yves Maitre, vice presidente dell’operatore telefonico europeo Orange, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull’evoluzione che sta caratterizzando il mercato dei dispositivi mobili…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.