Il CEO di Liquidmetal afferma che Apple potrebbe usare la nuova lega nei prossimi prodotti

Tom Steipp, il CEO di Liquidmetal Technologies, ha ufficialmente dichiarato di aver concesso ad Apple in licenza la sostanza metallica per essere utilizzata su prodotti del tutto nuovi, in altre parole la Liquidmetal Technologies sta fornendo la nuova lega alla società della Mela.

Anche se ovviamente il CEO non ha espressamente affermato che Apple sta preparando un prodotto in Liquidmetal, le dichiarazioni di Steipp possono essere viste come una conferma che Apple  sta lavorando per utilizzare la lega per alcune parti dei prossimi device.

Steipp osserva che:

La nostra tecnologia è stato commercializzata a più aziende, di recente alla Apple Computer, che ha una licenza del prodotto dal mese di agosto del 2010.

Apple insieme a noi sta cercando di mettere sul mercato la tecnologia Liquidmetal in prodotti di elettronica di consumo.

Il Liquidmetal è composto da zirconio, titanio, nichel, rame e altri materiali, ed ha un aspetto liscio simile ad un liquido che però è due volte più forte titanio e possiede la processabilità di materie plastiche. Questo lascerebbe agli ingegnieri Apple la possibilità di sviluppare un iPhone resistente, leggero e sottile. Non abbiamo conferme sul fatto che la tecnologia possa essere usata sul prossimo iPhone, infatti molti sembrano confermare che Apple utilizzerà un guscio in alluminio per il suo iPhone “5”.

Via | iDownloadBlog

Tom Steipp, il CEO di Liquidmetal Technologies, ha ufficialmente dichiarato di aver concesso ad Apple in licenza la sostanza metallica per…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.