L’Unione Europea propone delle modifiche sulle regole delle licenze musicali

La Commissione Europea ha diffuso un comunicato che esprime l’intenzione di semplificare la diffusione dei contenuti multimediali attraverso i Paesi dell’Unione. In pratica, ha presentato una serie di proposte che consentiranno la creazione di un mercato unico europeo delle licenze per le opere musicali.

Tali proposte mirano a migliorare la varietà e l’offerta legale della musica online regolamentando per la prima volta a livello UE le società di gestione collettiva dei diritti d’autore. Verrà imposto uno standard comune per le licenze multiterritoriali, al fine di agevolare i fornitori di servizi e per garantire che i compensi siano riscossi correttamente e distribuiti in modo equo tra le parti.

La Commissione, attraverso un comunicato, afferma che:

Il cambiamento di alcune pratiche adottate dalle società di gestione collettiva è orami impellente, come dimostrano i recenti casi in cui le royalty incassate per conto dei titolari di diritti sono andate perdute a causa di errate politiche di investimento o di ritardi nel versamento delle royalty ai titolari di diritti.

In pratica i titolari dei diritti potrebbero intervenire direttamente nella gestione dei loro diritti ed essere remunerati più velocemente. Verrebbe sancita dalla legge la loro possibilità di scegliere la società di gestione collettiva più adatta a loro. In questo modo gli interessi dei titolari di diritti sarebbero più tutelati e i consumatori avrebbero accesso a contenuti migliori. Vedremo come si evolverà la faccenda.

Via | ZDnet

La Commissione Europea ha diffuso un comunicato che esprime l’intenzione di semplificare la diffusione dei contenuti multimediali attraverso i Paesi…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: