Google Voice Search è decisamente più intelligente di Siri [Video]

Questa mattina il New York Times ha pubblicato un articolo criticando le prestazioni di Siri come assistente personale. Vediamo insieme cosa è stato detto a riguardo.

Se Siri inizialmente è stata una vera e propria rivoluzione, c’è da dire che il nuovo arrivato Google Voice Search sta facendo davvero una bella figura. Per chi non sa di cosa sto parlando, Google Voice Search è il nuovo assistente vocale per i telefoni Android, che a quanto pare funziona molto meglio del nostro amato Siri.

Come afferma l’autore dell’articolo da cui ho preso spunto per riportarvi la notizia, se chiediamo a Google Voice Search “Chi è Tim Cook?” ci verrà risposto “L’amministratore delegato di Apple”. Se facciamo la stessa domanda a Siri invece, la risposta sarà meno attinente alla nostra domanda, ovvero “Non vedo Tim Cook nei tuoi contatti”.

Certamente non è con una sola domanda che si può definire un prodotto migliore di un altro, ma sta di fatto che i recenti confronti tra i due assistenti vocali hanno visto quello di Google migliore nell’ascolto di ciò che gli viene chiesto.

Apple sta continuamente aggiornando Siri con risultati migliori, maggiore supporto a molte altre lingue e tanto altro, ma il NYT sostiene comunque che la comprensione di Siri è nettamente inferiore rispetto a quella dell’assistente vocale della società di Mountain View.

Vi mostro ora il video nel quale vengono messi a confronto i due assistenti vocali:

Essendo un semplice possessore di iPhone 4 (quindi niente Siri per me) non posso confrontare a pieno né l’uno né l’altro assistente vocale. Voi avete avuto modo di provarli entrambi? Se si, siete daccordo con ciò che è riportato nell’articolo?

Via | iClarified

Questa mattina il New York Times ha pubblicato un articolo criticando le prestazioni di Siri come assistente personale. Vediamo insieme…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: