Apple vede in iPhone il futuro della domotica per case intelligenti

Apple ha presentato una nuova e dettagliata richiesta di brevetto che – se così possiamo dire – ci lascia intravedere il futuro dell’automazione domestica. iPhone, con tecnologia NFC, potrebbe diventare infatti il nostro nuovo maggiordomo digitale all’interno di una casa pienamente connessa e automatizzata. Scopriamo di cosa si tratta dopo il salto.

Con un nuovo brevetto intitolato “Sistema e Metodo per il controllo semplificato di dispositivi elettronici” la casa di Cupertino ha mostrato interesse nell’espandere le funzionalità offerte dal sistema a radiofrequenza Near Field Communication attraverso l’interfacciamento del suo terminale mobile con Apple TV, Mac, iPod e addirittura dispositivi di terze parti come controller PlayStation o sistemi antincendio.

La tecnologia a tag NFC viene usata principalmente per effettuale l’accoppiamento di iPhone con i dispositivi ed è fornita un’alternativa attraverso la scansione di codici a barre posti sui device stessi; in entrambi i casi ottenendo un ottimo livello di sicurezza (bisogna avere un contatto fisico o visivo con l’apparecchiatura) preservando al contempo un invidiabile grado di semplicità.

Dopo il “pairing“, l’accoppiamento appunto, iPhone installerà l’adeguato plug-in di modo da controllare il dispositivo; il sistema a plug-in è stato scelto non a caso, poiché consente il telecontrollo di sistemi di terze parti attraverso la scrittura di moduli appositi.

Il telefono della Mela agirebbe da telecomando universale intelligente e auto-adattivo: consente il controllo di dispositivi multipli, li mostra organizzati in categorie e supporta più elementi per tipo di dispositivo (ad esempio Apple TV). Sul display si potranno visualizzare anche le informazioni di volta in volta trasmesse dalla singola apparecchiatura che potrebbero essere Canale visualizzato, Informazioni sullo show, Volume o Guida TV.

In un altro esempio di applicazione si va oltre la semplice elettronica di consumo, con il sistema che viene impiegato per controllare il termostato di casa. In questo caso le modalità d’utilizzo sono limitate solo dalla fantasia: iPhone potrebbe giovare della sua perenne connessione al Web per scaricare automaticamente i dati del meteo e con questo regolare di conseguenza la temperatura della casa.

Ma non finisce qui, perché il sistema di telecontrollo sviluppato è, chiaramente, universale. Possono essere controllate le luci, la porta del garage, il sistema antincendio o addirittura le videocamere di sicurezza.

Tutti i dettagli dell’articolo provengono da una richiesta di brevetto di Apple inviata nel marzo di quest’anno all’Ufficio Brevetti statunitense ma resa pubblica solo questa settimana. Non è la prima volta, comunque, che si parla di iPhone e NFC assieme (sebbene anche le smentite non siano mancate) e un documento come quello di oggi rafforza ancor di più la tesi che sì, iPhone avrà NFC.

Il problema, semmai, sarà quello di capire quando: già nella prossima versione 5 del dispositivo, che beneficerebbe della tecnologia anche grazie ad app come Passbook – integrata in iOS 6 – oppure in prossime incarnazioni?

E voi, che ne pensate?

Via | AppleInsider

Apple ha presentato una nuova e dettagliata richiesta di brevetto che – se così possiamo dire – ci lascia intravedere…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: