Apple ha concesso in licenza alcuni brevetti a Microsoft per un accordo di “non-copia”

Dal processo Apple Vs Samsung continuano ad arrivare numerose curiosità. Quest’ultima riguarda un’altra azienda, l’azienda da sempre il maggior competitor della mela: Microsoft. Nel 2010 Apple avrebbe, infatti, concesso in licenza brevetti per iPhone e iPad in cambio di un sostanziale accordo di “non-copia” tra le due aziende.

 

Boris Teksler, l’uomo a capo del settore brevetti della mela, ha raccontato al processo che nell’ottobre 2010 Apple non ebbe problemi a concedere in licenza brevetti chiave alla rivale Microsoft in cambio di un patto di non copia dei rispettivi dispositivi tra le due aziende.

L’uomo di punta del settore brevetti di Apple racconta comunque di come questa pratica sia abbastanza inusuale per l’azienda, che gelosamente custodisce le proprie proprietà intellettuali e, come abbiamo visto, le difende strenuamente davanti a tentativi, o presunti tali, di violazione. Tuttavia sappiamo anche che tale accordo venne offerto ai coreani della Samsung, ottenendo un nulla di fatto.

Teklsler ha affermato, inoltre, di come tutto il settore si aspettasse un prodotto da Microsoft molto “Zune-like”, riprendendo il concetto stilistico intrapreso dal poco fortunato competitor dell’iPod. Microsoft ha invece deciso di intraprendere altre strade. Non fa eccezione alcuna anche il nuovo tablet, Surface, da poco presentato dalla casa di Redmond. Uno stile tutto proprio, una soluzione originale e molto particolare per entrare nel mercato dei tablet. Niente che possa ricordare da vicino un iPad, quantomeno, nonostante sia anch’esso un rettangolo, come vengono definiti da Samsung questi dispositivi.

La dimostrazione per Samsung che forse esiste un modo per realizzare un prodotto analogo senza copiare o ispirarsi enormemente ai propri concorrenti.

Dal processo Apple Vs Samsung continuano ad arrivare numerose curiosità. Quest’ultima riguarda un’altra azienda, l’azienda da sempre il maggior competitor…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: